Italia | 2 Ottobre 2019

Energia e libero mercato, sicuri di sapere tutto? Focus sulle ultime novità

Un esempio di questa convenienza è rappresentato dall’offerta luce e gas E.ON, azienda leader nelle forniture energetiche in Italia

Luglio 2020 sancisce il passaggio definitivo al mercato libero dell’energia, per quanto riguarda le bollette riferite alle forniture di gas e luce. Un passaggio epocale, che porterà diversi cambiamenti e vantaggi in un settore che fino a poco tempo fa dava poco spazio di manovra, in termini di scelta, al consumatore.

In tanti stanno passando già ora a questo nuovo mercato grazie alla convenienza delle tariffe e all’importante risparmio annuale che permette di avere sulle bollette, questo perché la tariffa non è più decisa dall’Autorità ma è direttamente il cliente a poter scegliere quella migliore sulla base delle proprie esigenze.

Di seguito andiamo a scoprire tutto quello che c’è da sapere sul mercato libero dell’energia, con pratici e utili consigli per passare a questo nuovo sistema di fornitura. Partiamo col dire che passare al mercato libero conviene: prendendo come riferimento una famiglia media, il vantaggio combinato delle offerte disponibili per luce e gas permette infatti di avere un taglio sulle bollette annuali di circa 250 euro.

Un esempio di questa convenienza è rappresentato dall’offerta luce e gas E.ON, azienda leader nelle forniture energetiche in Italia, che mette a disposizione tariffe convenienti e vantaggiose in grado di venire incontro alle singole esigenze delle famiglie, condomini e aziende.

Le offerte in regime di mercato libero hanno una durata temporale di uno o due anni, in cui il prezzo rimane bloccato come da contratto stipulato, questo a differenza del mercato tutelato dopo la variazione è fatta trimestralmente, esponendo il cliente a maggiori oscillazioni dei prezzi.

Il passaggio da mercato tutelato a quello libero è un’operazione gratuita e semplice, che può essere fatta direttamente online, oppure recandosi presso un punto vendita nel caso in cui il fornitore ne sia provvisto. Il passaggio può essere fatto fornendo i dati del titolare della fornitura, l’indirizzo dove sarà attivata, il codice POD e l’IBAN nel caso in cui si opti per l’accredito bancario delle bollette.

Tutti dovranno passare al mercato libero entro la fine di giugno del 2020, questo perché il mercato tutelato cesserà di esistere. La tempistica di passaggio varia in base al fornitore scelto, in linea generale quest’ultima avviene entro qualche settimana dalla sottoscrizione del contratto, ma questa tempistica non genera nessun problema al cliente perché non viene in alcun modo interrotta la fornitura esistente di luce e gas.

Oltre ai vantaggi in termini di tariffa applicata, ogni singolo fornitore può mettere a disposizione del cliente diversi generi di benefit aggiuntivi, come buoni sconto, l’accesso gratuito a servizi offerti da aziende partner e molto altro ancora.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127