Grantola | 10 Settembre 2019

Grantola, la minoranza chiede i defibrillatori nei luoghi pubblici

L'importanza degli apparecchi evidenziata in una mozione a firma di Ghiringhelli, Pelucco e De Sensi. "Ne servono due in altrettante zone strategiche"

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Proteggere la vita dei cittadini con il posizionamento di defibrillatori nei luoghi pubblici maggiormente frequentati, è un’iniziativa di cui sempre più spesso si sente parlare, in numerosi comuni del territorio. I defibrillatori sono talvolta anche al centro di iniziative sportive, culturali e raccolte fondi, organizzate prevalentemente nell’ambito dell’associazionismo locale per investire risorse nella gestione ottimale di possibili situazioni di emergenza.

Grazie ad una mozione firmata nei giorni scorsi dai consiglieri di minoranza Ivan De Sensi, Simone Pelucco e Sergio Ghiringhelli, il tema arriva ad interessare anche la comunità di Grantola, dove la minoranza chiede il posizionamento di due strumenti salva vita in altrettanti luoghi del territorio comunale, che dovranno essere individuati ragionando sul potenziale strategico.

La richiesta, nello specifico, è quella di provvedere all’installazione di defibrillatori semiautomatici, essendo apparecchi di nuova generazione che possono essere utilizzati anche da personale non formato. “Un defibrillatore semiautomatico e automatico – si legge nel testo della mozione – è infatti in grado di determinare autonomamente, attraverso un’accurata analisi, la presenza di un arresto cardiaco“.

Passaggio quest’ultimo determinante nel mettere in evidenza la bontà dell’iniziativa. “Solo se il defibrillatore identifica la presenza di una fibrillazione ventricolare, che è la causa principale di arresto cardiaco – scrivono in conclusione i consiglieri – si predispone per erogare la scarica elettrica. Di contro, il soccorritore occasionale che utilizza il DAE, non ha in alcun modo la possibilità di erogare uno shock se il dispositivo non lo ritene necessario“.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127