Laveno Mombello | 31 Agosto 2019

Laveno, “Quante bugie del centrosinistra sul futuro del Colle San Michele”

La lista "Centrodestra e indipendenti" risponde alle critiche della maggioranza sul progetto di edificare nuovamente lungo l'area. Una seconda ricostruzione dei fatti

Un “finto attacco” quello del centrosinistra lavenese rispetto al progetto di nuove costruzioni, e dunque di ulteriore cemento, sul Colle San Michele.

Così il gruppo “Centrodestra e indipendenti” risponde alle critiche avanzate dall’attuale maggioranza (contenute nell’articolo pubblicato ieri dal nostro giornale) e inerenti le responsabilità, imputate proprio alle passate giunte di centrodestra, di aver concesso il passaggio dei terreni, oggetto di un piano di costruzione per tre palazzine, da “agricoli” a “edificabili”.

Una conversione cruciale e più volte ostacolata dal centrosinistra – secondo la versione del gruppo che sostiene il sindaco del paese, Ercole Ielmini – ma per la minoranza la verità sta altrove, e ha origine dalla concessione edilizia “per costruire due fabbricati in villette a schiera”, risalente al lontano 1982 e firmata dallo stesso sindaco Ielmini.

Le trattative dell’epoca, stando alla versione del centrodestra, non andarono in porto ma proseguirono poi negli anni successivi, passando per i primi anni Duemila e ricongiungendosi quindi agli eventi di oggi. L’intera ricostruzione dei fatti ad opera dell’altro gruppo consiliare è disponibile al seguente link.

Nel dibattito, stimolato da un’assemblea pubblica di inizio mese, indetta da Legambiente, è intervenuto alcuni giorni fa anche il Comitato spontaneo sorto in difesa dell’area, che ha spiegato nel dettaglio le ragioni a sostegno dell’idea di un ampio parco che sostituisca il progetto di nuove costruzioni.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127