Laveno Mombello | 16 Luglio 2019

Laveno Mombello, alla scoperta delle cartoline d’epoca con “Saluti dal lago Maggiore”

L’esposizione a ingresso libero, presso Villa Frua, sede del Comune, sarà visitabile fino al mese di settembre, e raccoglie cinquanta cartoline d'epoca

Tempo medio di lettura: 2 minuti

A Villa Frua, sede del Comune di Laveno Mombello, è aperta fino a settembre la mostra “Saluti dal lago Maggiore”, un tour che si compie in cinquanta cartoline storiche che ci riportano a un’epoca ormai lontana, quando al posto dei selfie e di Instagram si spedivano foto vere ad amici e parenti.

Le cartoline presenti all’esposizione ad ingresso libero, riguardano non solo Laveno, ma anche altri paesi rivieraschi, tra cui Castelveccana, Luino, Ispra, oltre alle isole Borromee.

Si dice che la storia della cartolina illustrata risalga al 1870, quando un tipografo, mentre era in atto la guerra franco-prussiana, inviò ad un amico un cartoncino con i colori del suo reggimento per celebrare una vittoria sul campo. Oggi, in tempo di social, l’usanza di spedire cartoline è praticamente scomparsa.

Alcune occhieggiano ancora fuori dai tabaccai o dai cartolai, ma quasi nessuno le compra più. Basta un click infatti per mandare a costo zero e in tempo reale una prova fotografica di dove siamo, che città stiamo visitando o in quale località siamo in vacanza.

Nonostante ciò è certo è che grazie alle cartoline abbiamo una straordinaria testimonianza di quasi ogni luogo sparso per i cinque continenti, compreso ovviamente il lago Maggiore. Le cartoline di Laveno, Stresa, Intra, Luino, Arona e di tanti altri paesi sono state spedite in tutto il mondo da queste rive e hanno mostrato le più belle immagini dei nostri bellissimi luoghi.

Attraverso le cartoline possiamo vedere come era quel certo villaggio trenta, quaranta o ottanta anni fa. Possiamo verificare quanto è cambiato, se è più o meno bello. E leggere sul retro della fotografia il pensiero di chi ha scritto, del perché ha scelto proprio quell’immagine, magari dopo averci pensato sopra un po’. Insomma, non si tratta di semplici “saluti da…” ma di un ricordo indelebile, di una testimonianza di amicizia o di affetto sopravvissuta fino ai nostri tempi.

Nelle cartoline scelte si vede Laveno Mombello com’era quando la fabbrica della Ceramica era ancora in attività, si può ammirare il trenino fumante che lascia il lungolago di Luino, si posa lo sguardo sullo storico battello a pale alimentato dalla caldaia a carbone che solcava le acque da nord a sud e viceversa. Ma anche la spiaggia di Cerro affollata di bagnanti negli anni Sessanta o l’eremo di Santa Caterina.

Orario di visita: lunedì 8 – 18; martedì, mercoledì 8 – 14, giovedì 8 – 18, venerdì e sabato 8 – 14.

Immagine di Alfredo Albertini

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127