Luino | 7 Luglio 2019

Luino: 102 anni e non sentirli, nonna Altea racconta i segreti di una lunga vita

"Sì, sto diventando cieca e anche un po' sorda, ma è lo spirito che conta. Passo il tempo tra pittura, poesie e ballo". Oggi Altea festeggia con familiari e parenti

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Eravamo andati a trovarla quando ne aveva spento 100 candeline, due anni fa, e ci aveva accolto con grande affetto e simpatia, parlandoci a lungo della sua vita, dei suoi ricordi, di Ferrara, Milano e Luino. Di quando ha fatto la bambinaia, del rapporto con i fratelli, della Seconda Guerra Mondiale, del fascismo, della famiglia e di tutto quello che ne è conseguito.

Insieme a questo, però, nel dopoguerra, la gran voglia di vivere e di costruirsi un futuro, insieme al marito Ernesto, e successivamente il trasferimento che da Milano l’aveva portata infine all’interno del verde di “Villa Fonteviva”, qui a Luino, dove ci siamo incontrati negli scorsi giorni. Altea è rimasta la stessa donna umile, simpatica e cordiale, con lo spirito stesso spirito.

Oggi, infatti, nonna Altea compie 102 anni e festeggerà insieme ai suoi parenti e familiari in un noto ristorante sul lago Maggiore. “Rispetto a due anni fa sono un po’ più cieca e un po’ più sorda, ma tengo a fare tutte le mie cose da sola. Mi lavo, mi vesto, dipingo e provo a scrivere qualche poesia”. Lo scorso anno, infatti, Altea ha partecipato al Concorso “Tramontana di Versi”, organizzato nel paese lacustre dall’associazione AISU, che le ha consegnato un attestato, documento che Altea sfoggia con grande soddisfazione.

L’emozione nel raccontarci le sue giornate e i suoi ricordi oggi, come due anni fa, è palpabile, lo dice lei stessa, ma una volta rotti gli indugi si lascia andare ad ogni aneddoto legato al compianto marito, figli, nipoti e anche pro nipoti. Di recente, infatti, Altea è anche diventata trisavola di Chantall e Anthony.

A colpire, però, è la voglia che Altea ha nel raccontare questi anni di vita, nei quali, attorniata dall’affetto del personale sanitario della struttura, medici e infermieri, si dedica alle sue grandi passioni. Oltre alla pittura e alla poesia, è il ballo ad essere il suo passatempo preferito, grazie alla presenza, almeno una volta a settimana, di una band che rallegra tutti gli ospiti della residenza, con i quali Altea va d’accordissimo.

“Sono sicuramente la più anziana d’età qui a Fonteviva, ma solo a livello anagrafico – commenta scherzando ancora Altea -. Due anni fa mi sarei accontentata di vivere altri due anni, ma visto che ci siamo e a parte qualche acciacco non mi posso lamentare: se mi volessero concedere altri due anni, non mi lamenterei. Tra pittura, poesie e balli, qui abbiamo sempre qualcosa da fare. Il segreto dei miei 102 anni? Quello di non fermarsi mai”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127