Cassano Valcuvia | 7 Marzo 2019

A Cassano Valcuvia per conoscere Marco Giani: alpino in Montenegro, partigiano in Val d’Ossola

A Giani, martire della Patria, è dedicato il nuovo libro dello studioso Giannantoni. Sabato la presentazione, Magrini: "Storia che i giovani meritano di conoscere"

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Appuntamento con la cultura e con la storia del territorio per il pomeriggio di sabato 9 marzo a Cassano Valcuvia. Presso il Centro Documentale sito in Vicolo Costanza, a partire dalle ore 17, verrà presentato il volume di Franco Giannantoni dal titolo “Marco Giani” Alpino in Montenegro, Partigiano in Val d’Ossola.

Marco Giani nasce nella sua casa di Cassano Valcuvia il 21 febbraio 1920, primogenito dell’avvocato Stefano Giani e di Maria Pedroletti. Immerso nel fascismo come migliaia di giovani, si illude di compiere il proprio dovere. Spinto dall’amor di patria e benché orfano di entrambi i genitori, nel 1941 Giani si arruola come sottotenente degli Alpini in Montenegro, seguendo l’esempio del padre che nella Prima Guerra Mondiale aveva combattuto come alpino e aveva fondato a Luino l’associazione Nazionale Alpini della città.

Non immagina ciò a cui sta per andare incontro e si trova nel cuore di una guerra atroce. Ferito rientra in Italia, vede cadere il fascismo e dopo l’8 settembre raggiunge la Svizzera per poi unirsi alla Repubblica Partigiana dell’Ossola. Questa volta combatte per la vera libertà, e per la nuova Italia morirà pochi giorni dopo, il 13 settembre, in un agguato fascista sul Montorfano, in Piemonte.

“Quella di Marco Giani è una storia esemplare che anche gli studenti delle nuove generazioni meritano di conoscere – ha affermato il sindaco di Cassano Valcuvia Marco Magrini -. La guerra rimane un’immensa tragedia da non dimenticare”. Insieme a Franco Giannantoni, studioso della Resistenza e dell’Italia repubblicana, autore di decine di opere sul tema, sarà presente Stefania Peregalli, conservatrice del Centro Documentale Frontiera Nord Linea Cadorna.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127