Marchirolo | 16 Febbraio 2019

Marchirolo, in carcere il 44enne che ha accoltellato la moglie e ferito il figlio

L'interrogatorio dell'uomo è terminato oggi alle 16: il pm ha disposto il fermo di indiziato di delitto nei suoi confronti, trasferendolo al carcere Miogni di Varese

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

L’uomo che nella nottata di ieri ha aggredito la moglie, accoltellandola e successivamente ferendo il figlio intervenuto per difendere la madre, è stato trasferito in carcere nel pomeriggio di oggi. Una tragedia sfiorata quella avvenuta  all’interno dell’abitazione dove viveva con la propria famiglia, in una zona residenziale di Marchirolo.

L’interrogatorio del 42enne, che ieri sera dopo l’aggressione ha lasciato la casa e si è consegnato ai militari dell’Arma presso la caserma di Marchirolo, è terminato alle 16 e, dopo aver ascoltato la sua testimonianza, il pm ha disposto il fermo di indiziato di delitto (misura restrittiva di libertà personale) nei suoi confronti, trasferendolo al carcere Miogni di Varese dove sarà ancora a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Fuori pericolo la donna 35enne ricoverata presso l’Ospedale Circolo di Varese, con una prognosi di venticinque giorni, mentre il figlio, dopo essere stato medicato per il taglio alla mano destra, è stato dimesso con una prognosi di venti giorni.

L’aggressione ha creato non poco scalpore in tutto il territorio dell’Alto Varesotto, anche a causa del susseguirsi, in questi ultimi giorni, di episodi di cronaca nera: gli spari di Voldomino, con il ferimento alle gambe di un 44enne, e un 70enne che, a Luino, ha minacciato con una roncola padre e figlio “rei” di aver occupato il parcheggio libero durante il mercato.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127