Besozzo | 6 Febbraio 2019

“Oggi è Otello”, al Teatro Duse di Besozzo per riflettere sul femminicidio

Dal famoso dramma shakesperiano uno spettacolo per affrontare il tema terribilmente attuale della violenza sulle donne, ospite in sala l'associazione Eos di Varese

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Sabato 9 febbraio alle ore 21, al Teatro Duse di Besozzo, si terrà il secondo spettacolo della Rassegna 2019 “Benvenuti a Teatro!”, organizzata e promossa dall’Amministrazione Comunale.

Ospite sul palco la compagnia Teatro Scientifico di Verona, che porterà in scena lo spettacolo “Oggi è Otello” tratto dal testo di William Shakespeare.

In scena una coppia dei nostri giorni, interpretata da Isabella Caserta e Francesco Laruffa, dialoga anche con personaggi antichi, grazie ad un effetto video, per uno scambio tra passato e presente con un forte impatto visivo.

Una riflessione, che parte dalla tragedia shakespeariana, sull’amore malato e il cannibalismo sentimentale: il lampo della gelosia e la prigione del sospetto che conducono al femminicidio, un dramma di ieri e di oggi. Lo spettacolo fa parte del progetto #amorlietomalatonegato, ideato proprio da Isabella Caserta, che analizza l’amore nelle sue varie sfaccettature.

In “Oggi è Otello” si crea un parallelismo con il presente per porre l’attenzione sul fenomeno del femminicidio e sulla sua drammatica attualità: scrivendolo nel 1604 infatti, Shakespeare ci ha consegnato il dramma della gelosia che è ancora oggi più che mai presente.

La gelosia, l’ossessione che viene da dentro, è insita nella mente di chi trasforma l’amore in un malato desiderio di controllo, dominio e possesso del partner. Il grido di Desdemona che supplica di lasciarla in vita è il grido di centinaia di donne vittime dell’uomo che pensavano le amasse.

Accanto ai protagonisti agiscono in video Stefania Pepe, Roberto Adriani, Alberto Novarin. Direttore della fotografia Francesco Pireddu, direzione tecnica Luca Cominacini, coordinamento Jana Balkan.

Nel foyer del teatro sarà ospitato per l’occasione un punto di informazione dell’associazione Eos, con sede a Varese, che dal 1998 è impegnata a contrastare ogni forma di violenza di genere, promuovere attività legate al cambiamento culturale, alla sensibilizzazione e prevenzione del fenomeno della violenza sulle donne con accoglienza, ascolto, solidarietà e affiancamento, offerti alle donne vittime di violenza di ogni genere, finora più di 2000.

Sempre presente in teatro un piccolo punto ristoro a cura della Pro loco, con opere della pittrice Letizia Valentino alle pareti.

L’ingresso costa 12 euro, ridotti a 8 euro per gli studenti fino ai 25 anni ed è possibile prenotare al Musical Box di Besozzo, contattando il numero 0332 770479. Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito del Teatro Duse.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127