Curiglia con Monteviasco | 2 Febbraio 2019

Neve, i volontari del Soccorso Alpino battono traccia lungo la scalinata verso Monteviasco

L'attività, coordinata con Carabinieri, vigili del fuoco ed AREU, rientra fra quelle messe in atto a supporto alla popolazione in conseguenza del fermo della funivia

Neve, i volontari del Soccorso Alpino battono traccia lungo la scalinata verso Monteviasco
Tempo medio di lettura: 1 minuto

Un paesaggio da favola quello che da ieri mattina si può ammirare nel piccolo borgo di Monteviasco, ancora isolato a causa dell’incidente dello scorso novembre, che ha causato la morte del manutentore Silvano Dellea. La neve, infatti, ha completamente trasformato la piccola perla di montagna, creando un atmosfera surreale.

Una quarantina i centimetri di neve caduti che, oltre a rendere tutto più affascinante, hanno reso anche particolarmente difficoltoso il cammino per raggiungere Monteviasco salendo gli oltre 1400 gradini. L’unico modo per arrivare in loco.

Così, questa mattina, encomiabile è stato il lavoro di medici, infermieri e tecnici del CNSAS – Soccorso Alpino -, che sono saliti a Monteviasco battendo traccia lungo la scalinata che collega l’abitato al Ponte di Piero, con l’obiettivo di agevolare il percorso ai prossimi avventori.

Il servizio è stato compiuto in sinergia con i Carabinieri della Stazione di Dumenza, che quotidianamente aiutano le persone che vivono ancora a Monteviasco, i vigili del fuoco, il dottor Guido Garzena di AREU e il comune. Così, sono stati portati viveri di prima necessità ai residenti ed è stata fatta visita loro, per sincerarsi delle condizioni di salute e assicurarsi che non avessero bisogno di nulla.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127