Cassano Valcuvia | 30 Gennaio 2019

Cassano Valcuvia, “Il Grotto del Sorriso” riapre e cerca nuovi volontari

Posti disponibili per entrare a far parte dello staff, affiancare i ragazzi e contribuire alla loro inclusione sociale. Tra gli obiettivi, la gestione del tempo libero

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Tante fatiche in cambio di tante soddisfazioni: questa la frase che meglio identifica il percorso compiuto negli ultimi due anni dal ristorante solidale “Il Grotto del Sorriso” di Cassano Valcuvia, oggetto del bilancio tracciato solo alcuni giorni fa dalle responsabili Daniela Martarelli e Cristina Dedé.

Nella riflessione sui primi ventiquattro mesi del ristorante, affidata dalle due donne alle pagine del nostro quotidiano, spicca infatti, sopra ogni altro fattore, l’entusiasmo per aver creato all’interno del locale l’atmosfera di una seconda casa che ogni weekend spalanca le sue porte ad un gruppo di giovani del territorio particolarmente determinati, sorridenti e carismatici: speciali come la missione intrapresa dal Grotto, quella di generare indipendenza, favorire l’inserimento lavorativo e la formazione umana e professionale dei ragazzi disabili che insieme rappresentano il motore dello staff, sempre particolarmente apprezzato dalla clientela, affezionata alla sala e ai tavoli del Grotto non solo per la qualità del cibo e per le feste a tema che colorano i fine settimana di tante persone, ma anche per il fascino di una realtà in crescita che desta interesse e suscita curiosità per la sua prerogativa, quella di aiutare chi può dare tanto ma rischia di trovare poco in assenza di un percorso così stimolante e prezioso.

Un percorso che oggi non sarebbe testimonianza di orgoglio ed ottimismo senza l’impegno costante dei volontari che affiancano la brigata, tutor provenienti dalla realtà locale che seguono passo dopo passo le mansioni dei ragazzi, collocandosi al loro fianco come un punto di riferimento fondamentale non solo per l’ambiente lavorativo. Nei buoni propositi in vista del futuro si colloca in questo senso l’esigenza di potenziare la componente di inclusione sociale dettata dal progetto, intensificando il rapporto tra i giovani e i loro supervisori non solo per quanto riguarda la cucina e il servizio, ma anche per quanto concerne la gestione del tempo libero una volta tolta e ripiegata la divisa.

Per giungere a questo nuovo traguardo il collettivo dei volontari ha però bisogno di forze fresche, di persone disposte a collaborare per diventare parte integrante della famiglia del Grotto. La chiave anche in questo caso è rappresentata dai giovani, visto il potenziale di creare interazione, maggiore intesa e complicità all’interno del gruppo, alimentato dagli stimoli prodotti dal lavoro ma fatto anche di tanta amicizia.

C’è un contatto per farsi avanti in questa direzione, il numero di telefono 339 2662554, tramite il quale ricevere tutte le informazioni sull’appello lanciato in concomitanza con la riapertura del ristorante di via San Giuseppe, fissata per venerdì 1 febbraio, dopo la sosta per le meritate vacanze. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti, come di consueto, alla pagina Facebook “Il Grotto del Sorriso“.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127