Milano | 16 Gennaio 2019

Trenord apre un bando per 200 nuove assunzioni, “Ora proseguire con il piano”

Ricerca tra le posizioni di macchinista e capotreno, per fronteggiare la cronica assenza di addetti. Cenci (M5s): "Da Regione vigileremo sul miglioramento del servizio"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Trenord ha finalmente comunicato l’apertura di un bando per l’assunzione di duecento unità di personale fa macchinisti e capitreno, iniziando così ad affrontare, con l’inizio del 2019, la criticità determinata dalla cronica assenza di addetti.

“Era ora che Trenord, come chiediamo da tempo con atti istituzionali in Consiglio, iniziasse ad affrontare questa grave lacuna – ha commentato il consigliere regionale del M5s, Roberto Cenci – che purtroppo la maggioranza ha sottovalutato per molti mesi. Oltre alla vetustà di una parte del parco rotabile – ha proseguito Cenci – la principale causa di ritardi e soppressioni è legata proprio alla carenza di personale, e questo bando finalizzato alle assunzioni lo attesta nuovamente”.

Il consigliere pentastellato ha poi ricordato, in merito alla notizia, un intervento del 2016 da parte dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria, che in quell’occasione segnalò uno spropositato utilizzo dello straordinario, a margine del quale, stando alle sue parole, ci fu un vero e proprio boom di soppressioni e ritardi in tutta la Lombardia. “Meglio tardi che mai – ha affermato ancora Cenci – ma ora l’azienda deve proseguire con questa linea, tenendo in considerazione anche le possibili evoluzioni normative che tra qualche mese potrebbero portare alla pensione numerosi dipendenti”.

Un ulteriore aspetto, quest’ultimo, che rientrerà nel futuro programma di monitoraggio descritto in conclusione dal consigliere M5s: “Come Movimento continueremo a controllare la situazione per assicurare che il potenziamento del personale si traduca effettivamente in un miglioramento del servizio. In questi mesi, però, non siamo stati a guardare, attivando fin da subito una interlocuzione con il ministro alle Infrastrutture e Trasporti Toninelli, che successivamente ha portato alla decisione condivisa con il gruppo FS per il distacco, da Trenitalia a Trenord, di circa venti lavoratori, oltre che alla consegna, fino ad oggi, di circa quindici treni che sono attualmente in servizio sulla rete ferroviaria della Lombardia”. re

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127