Luino | 9 Gennaio 2019

Luino, riparte il servizio civile con i progetti “Lontano Vicino” e “Città Amica”

Via alle candidature per due percorsi di assistenza a disabili e anziani in collaborazione con le scuole e il Centro Diurno. 12 posti disponibili, ecco le informazioni

Forte dell’esperienza nel settore del servizio civile, accumulata nel corso degli anni, il comune di Luino rinnova per il 2019 l’adesione ai nuovi progetti inseriti nei due bandi promossi a livello nazionale. Sono dodici in totale i volontari che verranno reclutati, sei per ognuno dei percorsi proposti, della durata di dodici mesi, entrambi circoscritti all’area dell’assistenza scolastica e domiciliare per alunni, disabili e anziani del territorio, in collaborazione con gli istituti locali, dall’asilo alla scuola media, e con il Centro Diurno Disabili (CDD) della città.

Lontano Vicino” è il nome attribuito al primo progetto che mira al sostegno di alunni dai 3 ai 13 anni, di una trentina di ospiti del CDD, di età compresa tra i 15 e i 66 anni, e dei bambini iscritti all’asilo comunale, dai 3 ai 36 mesi. Coinvolgerà inoltre ben 545 alunni per il dopo scuola, tra cui 25 disabili. L’obiettivo alla base della ricerca è quello di sostenere l’alunno disabile in ambiente scolastico, puntando ad agevolare l’integrazione socio relazionale nel gruppo di classe, supportare tutte le azioni quotidiane e garantire le esigenze di mobilità legate ai percorsi didattici. Il sostegno all’interno delle strutture, compreso il CDD, ha inoltre come finalità il superamento delle barriere architettoniche.

Tornando alla scuola, la presa in carico degli alunni avrà inizio nella fascia “pre lezioni” delle 7.30-8, agevolando così i genitori che per esigenze lavorative hanno problemi ad accompagnare i figli. L’assistenza si estende poi alle attività pomeridiane nei giorni in cui non è previsto il rientro, sempre nella logica di facilitare le dinamiche “famiglia-lavoro”, dal pranzo presso i locali dell’istituto all’organizzazione del pomeriggio. Per le persone affette da gravi disabilità che frequentano il CDD, i volontari affiancheranno gli operatori nell’assistere e accudire gli ospiti, puntando in particolare sulla sfera di socializzazione e integrazione. Per i disabili dell’asilo nido, infine, i candidati selezionati lavoreranno al fianco delle educatrici nei momenti di cura, accudimento, gioco e relazione.

Per quanto riguarda invece il secondo percorso, denominato “Città Amica“, la parola chiave è “assistenza domiciliare“, ma non è l’unica. Anziani e disabili verranno raggiunti dai volontari presso i rispettivi domicili per la consegna e la preparazione dei pasti, ma anche per facilitare la cura della persona e il potenziamento delle competenze relazionali in soggetti fragili. Anche in questo caso il ruolo dei volontari integrerà quello già ricoperto da un dipendente A.S.A. impiegato a tempo pieno. A tale proposito, nel corso del 2017 la copertura del servizio per sei giorni alla settimana ha raggiunto un totale di 42 persone, 30 anziani e 12 disabili. A completare il piano previsto da “Città Amica”, è presente la vigilanza sugli autobus che trasportano ogni giorno circa 250 studenti verso gli istituti cittadini, e l’organizzazione di iniziative ricreative e d’incontro presso il locale centro di aggregazione giovanile, l’unico presente sul territorio, frequentato da circa cento ragazzi.

Venendo al funzionamento delle candidature e al relativo processo di selezione, in vista della partenza dei due percorsi che è fissata per settembre, l’esperienza accumulata nel settore, sia come volontario che come professionista, caratteristiche auspicabili ma non vincolanti, e il percorso di studi affrontato, andranno a comporre un punteggio integrato dalla compilazione di un questionario e da una simulazione somministrata ai candidati da un’apposita commissione giudicante. Una volta individuati i volontari, seguirà l’ultima fase, quella della formazione che si svolgerà presso il centro di aggregazione giovanile “Colori” (via Luini, 21/b), presso il palazzo comunale, il CDD di via don Folli, la Biblioteca comunale e la sede dei Servizi Sociali in via Ronchetto, per un totale di 44 ore.

Tutte le informazioni relative ad ogni singola fase, così come i programmi completi dei due bandi, le finalità e i requisiti, sono contenuti nei documenti che alleghiamo di seguito, insieme ai moduli per la presentazione della domanda: Lontano VicinoCittà Amica.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127