Brusimpiano | 6 dicembre 2018

Armi clandestine, 40enne arrestato dai Carabinieri a Brusimpiano

Il rinvenimento, effettuato a pochi giorni dall’incendio dell’autofficina “Latorraca” di Marchirolo, costituisce un prezioso elemento per le indagini

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Nella giornata di ieri i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Varese hanno arrestato M.G., 40 anni, di Ardena, frazione del comune di Brusimpiano, per ricettazione, detenzione illecita di arma comune da sparo e detenzione di armi clandestine.

I militari dell’Arma, alle prime luci dell’alba di martedì, hanno perquisito l’abitazione del 40enne, un operaio incensurato originario dell’alto milanese, dove hanno rivenuto – nascoste in una scatola riposta in un sottoscala – due pistole con matricola abrasa ed un fucile da caccia oggetto di un furto consumato il mese scorso ad Arcisate.

Insieme alle armi, perfettamente funzionanti, avvolte in custodie artigianali di lana/tessuto e dall’alto potenziale offensivo – si tratta di un fucile da caccia sovrapposto, una rivoltella calibro 357 magnum ed una Beretta calibro 22 – i Carabinieri hanno ritrovato 65 munizioni di vario calibro, anch’esse detenute senza alcun titolo.

Il rinvenimento, effettuato a pochi giorni dall’incendio dell’autofficina “Latorraca” di Marchirolo, costituisce un prezioso elemento per le indagini dei Carabinieri, che si concentreranno sulla provenienza del piccolo arsenale, sull’eventuale suo utilizzo in azioni di fuoco avvenute in passato, sui motivi per cui fossero detenute da un padre di famiglia sconosciuto alle Forze dell’Ordine e sulla loro destinazione d’uso.

L’indagato è stato arrestato ed accompagnato alla Casa Circondariale di Varese, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che lo interrogherà nei prossimi giorni.

-->
"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127