Luino | 14 Novembre 2018

“Il servizio Trenord sulla linea Luino-Gallarate è una vergogna nazionale”

Duro sfogo del sindaco di Luino, Andrea Pellicini, che si appella all'azione del Presidente Fontana. "Chiesto un incontro urgente in Regione"

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Così non si può andare avanti. Il servizio offerto da Trenord sulla linea ferroviaria Luino – Gallarate è una vergogna nazionale“. Con queste parole inizia il duro sfogo del sindaco di Luino, Andrea Pellicini, che fa seguito alle tante lamentele dei pendolari raccolte in questi mesi, dove soppressioni, ritardi e disagi sono ormai all’ordine del giorno, a discapito di tutti i cittadini del territorio.

“Oggi, per far fronte alla quotidiana indecorosa soppressione di treni – spiega il sindaco luinese -, l’azienda ha deciso di sostituire alcune corse con gli autobus. Si va, dunque, a colpire un territorio, quello del Nord della provincia di Varese, già molto penalizzato sul fronte della mobilità e dei trasporti”.

“Confidiamo, quindi – continua il primo cittadino -, nell’azione del Presidente Fontana, al quale alcuni giorni fa ho scritto domandando un incontro urgente tra Regione, Trenord e sindaci dei comuni insistenti sulla linea Luino – Gallarate. Pretendiamo, infatti, di sapere se Trenord abbia o meno un piano aziendale per uscire da questa disastrosa situazione. Nel frattempo, appoggiamo fortemente la richiesta del Presidente Fontana di avere molte più risorse dal Governo per sostenere il trasporto locale nella regione più forte d’Italia”.

I nostri lavoratori pendolari e gli studenti non possono continuare ad essere trattati in questo modo – conclude Pellicini -. A subire un grave danno non sono soltanto loro ma tutto il sistema competitivo lombardo. È assurdo che si buttino al vento miliardi di euro per misure assistenzialistiche come quelle previste nella Finanziaria e si decida, al contempo, di colpire la parte del Paese che lavora e produce”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127