Lago Maggiore | 7 Novembre 2018

Maltempo: sale l’allerta, prime esondazioni del lago. Pioggia anche oggi

L'abbondante pioggia caduta ha portato l'acqua ad uscire non solo dalle rive di Porto Valtravaglia e Maccagno con Pino e Veddasca ma anche da quelle di Laveno

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Prima dei disagi causati dalla pioggia a Rancio Valcuvia, dove sulla strada provinciale 11 si è verificato uno smottamento, dal pomeriggio di ieri grande allerta su tutta la fascia lombarda del lago Maggiore.

Se il livello del bacino del lago è arrivato ormai a 245 centimetri circa (in poco più di una settimana l’altezza idrometrica ha superato i due metri), diverse sono le segnalazioni sul Verbano dove, soprattutto a Laveno Mombello, il lago sin da ieri pomeriggio ha cominciato ad uscire ricoprendo d’acqua, questa mattina, il lungolago nei pressi della statua di San Francesco. Anche il lungolago di Maccagno con Pino e Veddasca è stato invaso dall’acqua, ma è tutto nella norma, così come a Porto Valtravaglia. Al momento le criticità sembrano non aver causato gravi danni e disagi, ancora nessun problema rilevante neanche sulle sponde del Verbano a Luino, Castelveccana e Germignaga, nonostante il livello sia al limite. Scantinati in continua osservazione.

A causa della perturbazione arrivata dalla Francia, associata ad una vasta area depressionaria presente sull’Atlantico, si sono verificate forti ed intense piogge, che continueranno anche nella giornata di oggi. “Abbiamo ricevuto un aggiornamento di Regione Lombardia, dal centro funzionale monitoraggio rischi naturali, che ha diramato l’avviso di criticità regionale – spiega il vicesindaco di Luino, Alessandro Casali -. Segnalati ‘I livelli dei corsi d’acqua prealpini che sono in crescita da ieri sera, con valori che localmente potrebbero superare le soglie di allertamento. I livelli dei laghi prealpini lombardi che nei giorni scorsi hanno registrato gli incrementi maggiori (lago Maggiore, ndr) sono attualmente stabili o in leggera crescita”.

“Le abbondanti piogge della notte hanno comportato un significativo innalzamento del livello del Lago, che come previsto ha quasi raggiunto il terrazzo della Colonia – scrive su Facebook, intorno alle 7, il sindaco di Germignaga, Marco Fazio -. Da una prima occhiata veloce l’interno è ancora asciutto. Al parco Boschetto siamo vicini all’esondazione nel tratto più basso (ex lavatoio). Il livello dei fiumi si è alzato, ma al momento è ancora a livelli di guardia, specie per il Margorabbia. Si raccomanda prudenza sulle strade vista la formazione di pozze specialmente nel tratto di via Stehli (zona semafori).””.

Stando alle previsioni del Consorzio del Ticino il lago crescerà fino a domani, giovedì 8 novembre, e a destare preoccupazione sono i grandi afflussi provenienti dai corsi d’acqua delle montagne che entreranno nel Verbano. Attualmente, infatti, l’afflusso al lago è di circa 2450 m³/secondo, cinque volte sopra la media altimetrica dal 1942 al 2016. Nel frattempo, invece, il livello (quota invaso slm) ha ormai raggiunto 195,50.

Nel frattempo, però, la Protezione Civile di Regione Lombardia ieri ha emesso non solo l’allerta gialla per dissesto idrogeologico sull’area prealpina, ma anche il rischio di allerta arancione su quella di pianura. Preoccupano frane, allagamenti, smottamenti e la situazione lungo le strade di tutto il nord della provincia di Varese.

Le previsioni meteo. I fenomeni di pioggia più intensi si sono verificati tra la serata di ieri e la scorsa notte, e saranno in attenuazione nel corso della giornata di oggi. Dato il locale carattere convettivo della perturbazione, però, non si escludono locali fenomeni più intensi nelle <one IM-04, IM-05, IM-06 e IM-09 (quella della zona dei Laghi e delle Prealpi Varesine). Per domani, giovedì 08 novembre, invece, si prevede al momento la persistenza di un flusso umido e moderatamente instabile. Previste nuove precipitazioni, tuttavia al più deboli e a carattere sparso. Nel weekend, invece, la situazione dovrebbe migliorare.

-->
"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127