EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Maccagno con Pino e Veddasca | 7 Novembre 2018

A Maccagno con Pino e Veddasca una serata dedicata all’arte, tra Cona e Brigandì

Appuntamento venerdì sera, 9 novembre, al Punto d'Incontro a partire dalle ore 21. Il sindaco Fabio Passera: "Si tratta di due graditi ritorni"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Venerdì 9 novembre alle ore 21, con ingresso libero, al Punto d’Incontro di Maccagno (ingresso pedonale da via Valsecchi 21, complesso Auditorium), consueto doppio appuntamento mensile dedicato all’arte e alla cultura.

Si comincia con l’inaugurazione della personale di Salvatore Cona dal titolo “Paesaggi naif e animali in natura”. Cona, che aveva già esposto in questa sala nel 2013, si contraddistingue per una capacità non comune nell’uso dei colori. Attraverso pennellate intense, ripercorre un mondo immaginario, dove la natura la fa sempre da padrona. La mostra rimarrà aperta dal 10 al 18 novembre, tutti i giorni dalle ore 10.30 alle 13 e dalle ore 16.30 alle 19.

A seguire, secondo appuntamento con Ottavio Brigandì alla scoperta del mondo michelangiolesco. Titolo dell’incontro “Michelangelo – Lo straordinario catalogo delle opere”. La Pietà, il David, il Mosè le tombe medicee sono solo alcune delle opere su cui si è costruita la leggenda del grandissimo artista, nato nel 1475 a Caprese (Arezzo). La conferenza illustrerà la molteplice produzione di un artista che, durante la sua vita e fino a oggi (Michelangelo morì a Roma nel 1564, a ben ottantanove anni), è considerato un genio dell’umanità.

“Si tratta di due graditi ritorni – afferma il sindaco Fabio Passera -. La presenza di Salvatore Cona dimostra che le nostre sale sono sempre ben disposte ad accogliere artisti che hanno già esposto, ma che nel frattempo hanno maturato esperienze diverse e vogliono presentarle al pubblico. Diverso il discorso per Ottavio Brigandì, una presenza costante per la comunità maccagnese. Con lui e attraverso il suo indiscusso talento, abbiamo imparato a conoscere i segreti di Dante Alighieri prima e Leonardo dopo. Il genio di Michelangelo Buonarroti non poteva mancare nella galleria degli immortali delle arti italiane”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127