Alto Varesotto | 30 ottobre 2018

Maltempo, quasi cento interventi nella notte. Strade bloccate, danni e allagamenti

Grande lavoro per vigili del fuoco e Protezione civile da ieri sera: piante sulle carreggiate, frazioni isolate, problemi di elettricità, danni alle auto e disagi vari

Tempo medio di lettura: 3 minuti

(aggiornamento ore 11.30) I vigili del fuoco della provincia di Varese, dalle ore 20 di ieri, lunedì 29 ottobre, alle ore 8 di oggi, hanno effettuato novantadue interventi di soccorso tecnico urgente, causa la forte ondata di maltempo che ha colpito il territorio.

Decine e decine le richieste per allagamenti e taglio piante, che hanno visto il lavoro instancabile anche dei volontari della Protezione civile e di tutti gli operatori sul posto per dare una mano, comprese le forze dell’ordine e tanti cittadini.

Nel comune di Maccagno con Pino e Veddasca (qui l’aggiornamento di questa mattina), la frazione di Lozzo è rimasta isolata per alcune ore, causa diverse piante che sono rovinate sulla sede stradale. Gli operatori hanno lavorato senza sosta al fine di riaprire la strada di accesso. A Luino come in tutta la zona del lago, della Valganna e della Valtravaglia, compresa Brezzo di Bedero, il Villaggio Olandese, la SS394 e le varie strade provinciali, sono state decine e decine gli interventi: strade chiuse presenza di arbustri, grossi alberi e piante varie, cadute sulla carreggiata a causa del forte vento. Segnalazioni, invece, in corso di intervento questa mattina a Pianazzo e Agra, e in tutta la Val Dumentina, così come a Brezzo, dove un albero ha distrutto due automobili in una frazione del paese. Fortunatamente non si registrano feriti, e in via San Pietro a Luino, dove un’altra pianta cadendo ha bloccato la strada.

La strada del Cucco è rimasta chiusa alla circolazione stradale per diverse ore, come la SP61 tra Luino e Cremenaga, quella della diga, chiusa al traffico per la caduta di un albero e riaperta nella notte dopo alcune ore. In via Turati, a Luino, infiltrazione di acqua in una casa e solo grazie all’intervento degli operatori la situazione è tornata normale, come in via Goldoni, nei pressi delle scuole elementari e medie, dove la strada si è allagata. Disagi anche alla corrente elettrica non solo nell’illuminazione pubblica ma anche nella fornitura nelle case su tutto il territorio della provincia.

Vola il livello delle acque del lago, toccando alle ore 8 di questa mattina, i 138 centimetri sopra lo zero. In ventiquattro ore, infatti, il lago si è alzato di oltre un metro, creando non poca apprensione a Laveno Mombello, dove si è quasi toccato il livello di allarme. Il Tresa e il Margorabbia, al momento, nonostante la pioggia, si mantengono su livelli di guardia, mentre la vasca Maina Mondiscia a Germignaga al momento presenta un modesto accumulo di acqua gestito attraverso le pompe. La circolazione sulle strade del territorio, però, alle ore 9 di oggi risulta sostanzialmente regolare.

Gravi disagi anche a Valganna, dove le due frazioni di Mondonico e Boarezzo risultano isolate a causa della caduti di alcuni alberi lungo le strade che collegano i due borghi alle arterie principali. Anche qui si registrano problemi alla fornitura di corrente elettrica nelle abitazioni del territorio, con continui blackout segnalati.

Spostandosi nella zona del Ceresio, invece, è stata ripristinata la corrente elettrica nelle case di Lavena Ponte Tresa, ma il sindaco Massimo Mastromarino ha disposto la chiusura delle scuole elementari e medie a causa del crollo al suolo della copertura dell’ex Caserma Moi ed è necessario mettere in sicurezza la restante parte. “Per garantire l’incolumità degli studenti e del personale scolastico, sentito il comando dei vigili del fuoco, la scuola resterà chiusa nella giornata di oggi, martedì 30 ottobre, e anche nella giornata di domani (quindi fino al 5 di novembre, ndr)”, commenta il primo cittadino su Facebook. Scuole chiuse oggi anche a Brusimpiano e Cuasso al Monte, dove la mancanza di corrente elettrica in diverse zone dei paesi, ha costretto i sindaci Francesco Ziliani e Fabio Zucconelli a disporre la chiusura degli istituti scolastici per la giornata di oggi.

Danni si contano anche a Porto Ceresio: dopo la caduta del tetto del Bar della Stazione, e la caduta di alberi su numerose strade, i treni nella giornata di oggi, a partire dalle 6.15, sono sostituiti dai bus sostitutivi di Trenord e partiranno da Piazzale Appiani (il grande parcheggio di via Roma in direzione confine svizzero). La tratta arriverà fino a Varese e verrà garantita per l’intera giornata. Garantito, invece, il servizio in battello Porto Ceresio-Morcote. Si segnalano tanti disagi su tutte le strade.

In totale hanno operato ininterrottamente tutta la notte quindici squadre con sessanta vigili del fuoco su tutta la provincia. Per la giornata di oggi, in attesa di un nuovo bollettino meteo da Regione Lombardia, si raccomanda prudenza alla guida per la possibile formazione di buche e di qualche accumulo d’acqua, segnalate sparse su tutto il territorio.

Da parte della nostra redazione, va un ringraziamento ai vigili del fuoco, ai volontari della Protezione civile e a tutti gli amministratori locale e i cittadini che si sono spesi durante questa ondata di maltempo, con l’obiettivo di limitare al massimo i disagi e qualsiasi ulteriore pericolo. Da sottolineare, infatti, che, nonostante i danni, non vi siano stati feriti.

Maltempo, quasi cento interventi nella notte. Strade bloccate, danni e allagamenti

Grande lavoro per vigili del fuoco e Protezione civile da ieri sera nell'Alto Varesotto: piante sulle carreggiate, frazioni isolate, problemi di elettricità, danni alle auto e disagi vari

LuinoNotizie 發佈於 2018 年 10 月 30 日 星期二

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127