EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 3 Ottobre 2018

Dal 74esimo anniversario dell’eccidio della Gera, Ester De Tomasi: “Mala tempora currunt”

"A chi ancora oggi inneggia al fascismo ricordiamo che il fascismo e la sua dittatura hanno portato all’Italia sangue, morte, fame e disperazione"

Dal 74esimo anniversario dell'eccidio della Gera, Ester De Tomasi:
Tempo medio di lettura: 2 minuti

Domenica 30 settembre l’ANPI e il Comune di Luino hanno ricordato i martiri della Gera, caduti l’alba del 7 ottobre 1944 ad opera di un commando fascista delle Brigate Nere. I partigiani, rifugiati nel cascinale in località Gera di Voldomino, furono sorpresi nel sonno. Quattro di loro furono fucilati sul posto e i loro corpi lasciati per alcuni giorni sul terreno. Altri otto furono fucilati in seguito.

Come di consueto il corteo partito dal comune ha reso omaggio al monumento garibaldino e a quello ai caduti di Piazza Risorgimento, dove la Presidente Provinciale dell’ANPI Ester De Tomasi ha tenuto un appassionato discorso commemorativo, nel quale si è rivolta in particolar modo alle istituzioni e alle nuove generazioni: “Ringrazio l’ANPI tutta, che sta ingrossando le proprie fila ed è sempre presente, vigile, coscienza critica del Paese. Sono qui tra voi come antifascista e facente parte di una grande famiglia partigiana che è l’ANPI e come figlia di partigiano combattente e deportato politico a Mauthausen. Se qui con noi ci fossero i nostri antenati latini esclamerebbero «Mala tempora currunt» e se per pochissimo e per miracolo tornassero in vita i nostri martiri della Gera, esclamerebbero tristemente ad alta voce «Siamo morti invano». Stiamo vivendo un momento particolarmente difficile, periodo in cui è quasi impossibile la mediazione e in cui si verificano gli attacchi alla memoria della Resistenza; momento in cui la politica urla, in cui fa proclami eclatanti e in cui figurano come grandi assenti l’educazione e il rispetto. L’educazione è un accrescimento di conoscenza, che aggiunta a tutto ciò che si è costruito nel cammino della vita, è un’opportunità per i piccoli, per i giovani e per gli adulti. L’educazione e il rispetto della persona devono tornare alla base del vivere civile ed essere parti importanti in tutti i momenti della vita sociale, civile e politica”.

E dei partigiani della Gera, Rosetta Garibaldi, che fu testimone di quell’eccidio, raccontò alla stessa De Tomasi che quei ragazzi “erano giovani, avevano fame e volevano un lavoro”. Aderirono alla Resistenza inconsapevoli di compiere un atto politico: “Vi aderirono – continua Ester De Tomasi – soprattutto come una rivolta morale ai soprusi quotidiani della dittatura fascista, una dittatura che chiedeva alle donne di fare figli per alimentare la macchina da guerra. A chi ancora oggi inneggia al fascismo ricordiamo che il fascismo e la sua dittatura hanno portato all’Italia sangue, morte, fame e disperazione. Non ripetiamo gli errori di quel tempo, ma dobbiamo trarre insegnamento dalla Storia. Alle istituzioni e alla politica chiediamo con forza di recuperare etica, credibilità e di accollarsi la responsabilità di scelte a favore della Pace, della Giustizia, della Libertà, dell’Accoglienza e dell’Uguaglianza, in Italia in Europa e nel mondo”.

Una delegazione si è poi recata al sacrario, dove don Luigi Moretti, uno dei vicari parrocchiali della Comunità Pastorale Madonna del Carmine, ha celebrato la S. Messa. Tra le numerose autorità presenti, i sindaci e i rappresentanti dei comuni del luinese, nonché la dirigente scolastica dell’IC di Luino Raffaela Menditto, insieme ai rappresentanti delle forze dell’ordine e della CRI di Luino, guidata dal neo Cavaliere Pierfrancesco Buchi A sorpresa è arrivato anche il neo Prefetto di Varese Enrico Ricci.

Un ringraziamento particolarmente affettuoso, come sempre, a Maria Grazia e Rosanna Baggiolini e a Mariarosa Castoldi , per l’opera costante e meritoria di conservazione dei luoghi sacri che ricordano il tragico fatto di sangue del 7 ottobre 1944.

FOTO emmepi – Le sorelle Baggiolini con Mariarosa Castoldi, in primo piano Ester De tomasi, un momento della S. Messa officiata da don Luigi Moretti, le autorità

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127