Dumenza | 30 Agosto 2018

Dumenza, “Sentiero Alpe Bovis”: i 5 Stelle luinesi chiedono lumi al sindaco Peruggia

Dopo l'inizio dei lavori, secondo i pentastellati luinesi, l'intervento è in una fase di impasse. Proprio per questo chiedono all'amministrazione Peruggia chiarimenti

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Nello scorso marzo era stato il sindaco di Dumenza, Valerio Peruggia, a chiarire la posizione del comune che amministra, sulla situazione riguardante il futuro dell’Alpe Bovis, annunciando l’apertura del bando per la gestione del rifugio.

Quest’estate, dopo l’inizio dei lavori conseguenti all’assegnazione di 55mila euro per la riqualifica della strada pastorale che collega l’Alpe Pra’ Bernardo all’Alpe Bovis, e derivanti dalla partecipazione di un bando regionale, sembra che l’intervento abbia conosciuto una battuta d’arresto.

Per questa ragione il gruppo degli attivisti luinesi del Movimento 5 Stelle, tramite una nota inviata da Gianfranco Cipriano, chiedono chiarimenti al primo cittadino Peruggia: “Da amatori del territorio con una particolare attenzione all’ambiente, non possiamo far a meno di notare l’impasse nella quale verte il sentiero che conduce all’Alpe Bovis, soggetto a recenti iniziative di un sedicente consolidamento. Non siamo riusciti a capire esattamente in cosa avrebbe dovuto consistere tale opera. Sta di fatto che ci è stato riferito che vi siano problemi sul cantiere, che peraltro ci pare perdurare eccessivamente nel tempo, in un momento peraltro di maggior flusso turistico”.

“Da un recente sopralluogo – concludono i pentastellati luinesi -, notiamo innanzitutto che alcuni interventi eseguiti dall’impresa impegnata hanno subito danni dovuti a momenti di forte maltempo, e ad oggi il sentiero pare abbandonato in modo inquietante. Chiediamo a tal proposito al sindaco Peruggia di acclarare la situazione nel suo complesso, sia nelle intenzioni, sia allo stato attuale”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127