Luino | 3 Luglio 2018

Luino, Palazzo Verbania: al via i lavori per la scalinata a lago. Pellicini: “Opera bellissima”

Il sindaco: "Sarebbe il massimo inaugurare il Verbania il 18 novembre, quando verrà conferito alla scrittrice Dacia Maraini il Premio Chiara alla Carriera"

Luino, Palazzo Verbania: oggi al via i lavori per la scalinata a lago. Pellicini:
Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ieri, lunedì 2 luglio, sono iniziati i lavori del cantiere delle aree esterne di Palazzo Verbania, un’opera importante nel complesso del lungolago di Luino.

“I giardini del Verbania – afferma il sindaco Andrea Pellicini – si collegheranno a nord al tratto di lungolago che porta sino a piazza Libertà, mentre a sud ai giardini dell’AVAV con l’eliminazione della siepe divisoria”.

A questo si aggiungerà anche una particolare scalinata a lago, riprendendo le forme del passato. “Sarà un’opera bellissima a completamento di una trasformazione urbanistica della città che non ha precedenti”, commenta ancora il primo cittadino.

I lavori, iniziati nel dicembre 2015 e seguiti dall’architetto Patrizia Buzzi, sono quasi in fase conclusiva, come hanno notato i tanti cittadini e turisti che in questi giorni passeggiano sul lungolago, ed entro la fine del 2018 dovrebbe esserci l’inaugurazione di uno degli edifici storico-artistico più importanti di tutto il lago Maggiore. All’interno del palazzo, invece, i lavori di ristrutturazione sono praticamente finiti.

“Sono stati recuperati gli affreschi dei primi del ‘900, quelli della struttura originaria. La terrazza al primo piano – continua Pellicini -, quella descritta da Vittorio Sereni nella famosa poesia, è uno spettacolo. Secondo me è il luogo più affascinante di Luino. Ora stiamo lavorando sugli arredi: se al piano terra avremo una grande sala conferenze che servirà anche come sala eventi con la possibilità di allestirvi catering, al primo piano avrà sede il caffè letterario. Al piano, invece, avranno sede gli archivi di Vittorio Sereni e Piero Chiara. L’obiettivo, come ama ripetere l’assessore Pier Marcello Castelli, è rendere attrattivo questo spazio, non un semplice e freddo luogo di raccolta delle carte dei due grandi nostri artisti”.

A questo intero progetto stanno lavorando due talenti luinesi, Chiara Gatti, critica d’arte ormai di fama nazionale, e Federico Crimi, storico dell’arte. Nel frattempo va avanti, grazie ai Lions di Luino e secondo le indicazioni del comitato scientifico, il progetto di completamento della digitalizzazione dell’archivio Sereni. “L’ex presidente Frigerio, ora Minelli, e tutti i collaboratori – continua Pellicini -, hanno reperito importanti risorse mettendole a disposizione dell’archivio. Un’operazione di altissima sensibilità civica e culturale”.

Per far tornare a splendere Palazzo Verbania, sono stati necessari ben 1,8 milioni di euro (un milione dalla Fondazione Cariplo, 500mila euro da Regione Lombardia e 300mila dal comune, ndr).

“Sarebbe il massimo – conclude il sindaco Pellicini – inaugurare Palazzo Verbania il 18 novembre, quando verrà conferito alla scrittrice Dacia Maraini il Premio Chiara alla Carriera. Ce la stiamo mettendo tutta”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127