Ferrera di Varese | 28 Giugno 2018

“Non solo eccessi di velocità, pretendiamo interventi sulla Ferrera-Cunardo”

È la sindaca Marina Salardi a lanciare l'allarme, chiedendo l'intervento della Provincia di Varese: "Da tempo aspettiamo i lavori". I cittadini sottoscrivono petizione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

L’incidente di martedì a Ferrera, dove un camion durante il trasporto ha perso un rimorchio agricolo e un trattore, che hanno colpito in pieno un’automobile sulla quale viaggiavano un 40enne ed un 27enne, ha destato grande preoccupazione tra i cittadini.

Oggi è proprio la sindaca Marina Salardi a lanciare l’allarme chiedendo ancora una volta interventi alla Provincia. “Dal 2016 stiamo subendo l’aumento del transito di mezzi a velocità che vanno molto oltre i limiti consenti – spiega Salardi -. Sono conscia che il limite di 30/km orari sia difficile da rispettare, ma contesto la velocità media che si aggira tra i 70/90, con punte anche sui 110km/h. Questo in fregio ad un attraversamento pedonale importante e al giornaliero passaggio di mezzi oltre peso e dimensioni consentite”.

A supportare questi dati, vi è una grande frequenza di incidenti. Stando a quanto riporta la sindaca, infatti, se si esaminano cartelli stradali, muretti e cordoli non c’è più tratto di strada che non sia stato demolito o urtato da auto o mezzi pesanti. “Ho installato un pannello che segnala e registra velocità e targhe. Scaricati i dati ho chiesto alla provincia un incontro dove erano presenti solo dei tecnici, nessuno di quei politici che nel 2016 avevano rassicurato me e i cittadini sugli interventi”.

L’allargamento della strada a monte, infatti, è stata un’opera utile per tutti, però, rilancia Salardi, “duole constatare che è rimasta ‘un’opera incompleta’ ed i responsabili di tale situazione lo sanno bene: era prevista la messa in sicurezza del tratto successivo. Ad oggi non ho avuto il benchè minimo riscontro. Nell’arco di un anno e mezzo, senza contare gli incidenti, almeno un minimo di attenzione sarebbe stata dovuta”.

La SP 30 è un’arteria importante che collega la Valcuvia e la Valganna, e che attraversa il centro abitato del paese. A volte il passaggio di camion blocca anche pullman e scuolabus causando disagi e ritardi.

Non è più un percorso alternativo, ma una strada di transito ad alta intensità in tutte le ore della giornata. I residenti hanno aperto una petizione sottoscritta già da moltissime persone. Io ritengo che garantire la sicurezza sia un obbligo in capo al gestore del bene, in questo caso la Provincia. Questo lo pretendiamo”, conclude la sindaca Marina Salardi.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127