Maccagno con Pino e Veddasca | 17 Giugno 2018

In Forcora il tradizionale pranzo tra amministratori per il futuro di Maccagno e Gambarogno

Diversi i temi affrontati: acqua sorgiva, sicurezza sulle strade e ai valichi minori, frontalieri e mobilità, Alptransit e scuola, cultura e navigazione del Lago

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Le amministrazioni di Maccagno con Pino e Veddasca e Gambarogno, hanno preso parte nella giornata di ieri ad una riunione informale tenutasi in Forcora, ospiti del rinnovato locale di ristoro di proprietà comunale.

Motivo dell’incontro, la necessità di porre le basi, con tecnici, assessori, vice sindaci e i due primi cittadini, Fabio Passera e Tiziano Ponti, per alcuni importanti temi di collaborazione transfrontaliera, a partire dalla sicurezza.

Come scrive oggi il quotidiano La Prealpina, si tratta infatti di dinamiche che il comune dell’Alto Varesotto condivide con il Ticino, per esempio per quanto concerne il passaggio di camion e mezzi pesanti, legato a fattori quali l’inquinamento ambientale e acustico, che il confronto tra amministratori mira ad inquadrare più da vicino, e poi ancora aspetti come l’acqua sorgiva, i frontalieri e la mobilità, AlpTransit, istruzione e cultura.

Dalla gestione di fenomeni e problematiche importanti per la collettività, il vertice ha poi rappresentato l’occasione per introdurre un progetto destinato a prendere il via il prossimo anno. Un piano di gite ed escursioni, riporta il quotidiano locale, rivolto ai bambini della scuole di Gambarogno e Maccagno per favorire una conoscenza più approfondita dei due territori.

Un appuntamento divenuto una piacevole amicizia con il sindaco e gli amministratori del comune di Gambarogno – afferma Fabio Passera tramite il suo profilo personale di Facebook -. In Forcora, davanti all’immancabile piatto di polenta, a parlare di acqua sorgiva, di sicurezza sulle strade e valichi minori, di frontalieri e di mobilità, di AlpTransit e scuola, di cultura e di navigazione del Lago Maggiore. Quante cose ci legano ai nostri vicini svizzeri – sottolinea il primo cittadino -. E mentre nel mondo si litiga su ogni questione, mentre l’egoismo e la paura sembrano l’unica cosa che conta, quando ognuno cerca di prevalere sull’altro, noi proviamo a rimettere tutto al proprio posto. Perché i confini se li sono inventati gli uomini, ma i luoghi che abitiamo li ha creati e ce li ha donati Dio”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127