Milano | 2 Giugno 2018

Sanità, l’assessore Gallera: “A giugno screening gratuiti nelle terme lombarde”

L'obiettivo è quello di valutare i cali dell'udito in età pediatrica e formulare una diagnosi precoce di bronchite cronica negli adulti

Sanità, l'assessore Gallera:
Tempo medio di lettura: 2 minuti

Da oggi, ogni venerdì e martedì del mese di giugno, otto aziende termali accreditate con il sistema sanitario regionale offriranno screening gratuiti per valutare tempestivamente eventuali cali dell’udito in età pediatrica e formulare una diagnosi precoce di patologie legate all’apparato respiratorio in adulti tra i 55 e i 65 anni.

L’iniziativa organizzata da Regione Lombardia con Federterme è stata presentata oggi a Palazzo Lombardia dall’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, e dai rappresentanti di Federterme, il vicepresidente Giorgio Matto e il direttore generale Aurelio Crudeli. A fornire i dati scientifici sugli screening offerti è stato Marco Vitale, professore ordinario di Anatomia Umana, Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma.

Il sistema termale lombardo è una realtà importante che fornisce terapie sanitarie fondamentali soprattutto per le malattie otorinolaringoiatriche e delle vie aeree superiori – ha detto l’assessore al Welfare di Regione Lombardia -. Con questa iniziativa, che come amministrazione regionale abbiamo accolto e sostenuto con grande favore, le strutture termali vogliono ribadire la loro vocazione e affermare la loro rilevanza nei percorsi di cura”.

Nel 2017 nelle strutture termali lombarde sono state effettuate 2208 prestazioni a minori di 15 anni per la sordità rinogena e 2594 prestazioni di ventilazione polmonare. In Lombardia gli adulti tra i 55 e i 64 anni sono 1.272.000, di cui affetti da broncopatie croniche circa 57.000; i bambini tra i 5 e i 12 anni 778.000, di cui affetti da otite 16.338. Gli esami offerti saranno l’esame audiometrico per i bambini tra i 5 e i 15 anni e la spirometria per gli adulti tra i 55 e 65 anni. Entrambi gli esami, una volta effettuati, saranno poi refertati da un Medico Specialista della struttura che, in caso di problematiche significative, inviterà l’assistito a portare la documentazione al proprio medico di famiglia perchè valuti l’opportunità di effettuare eventuali approfondimenti.

Le attività curative che le Terme forniscono – ha sottolineato ancora l’assessore – inevitabilmente contribuiscono positivamente all’offerta del nostro sistema sanitario regionale. Questa iniziativa, incentrata sull’attività di prevenzione verso due patologie come la sordità rinogena, che colpisce i bambini in seguito a gravi infiammazioni delle vie aeree non diagnosticate in tempo, e la broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) che è una delle maggiori cause di morte a livello mondiale, lo dimostra con grande evidenza. In entrambe i casi la prevenzione è fondamentale”.

Le strutture che hanno aderito sono: Centro Termale Airone (Sacca/MN), Terme di Boario (Darfo Boario Terme/BS), Terme di Miradolo (Miradolo/Pv), Terme President (Salice Terme/ PV), Terme di Rivanazzano (Rivanazzano/PV), Terme di Sirmione (Sirmione/Bs), Terme di S. Omobono (S.Omobono/BG), Terme di Trescore (Trescore Balneario/BG).

Per l’iniziativa è stato realizzato un sito internet dedicato www.salutealleterme.it , dove poter trovare le sedi e le modalità di prenotazione.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127