Val Marchirolo | 16 aprile 2018

Val Marchirolo, restano gravi le condizioni del 76enne. Sequestrati i detersivi

Proseguono le indagini all'interno del ristorante coinvolto. Migliorano le condizioni della signora, mentre l'uomo non sarebbe in pericolo di vita

Tempo medio di lettura: 1 minuto

Restano gravi le condizioni del 76enne che nella giornata di sabato si era recato a pranzare insieme alla moglie, una signora di 74 anni, in un ristorante della Val Marchirolo. L’uomo, ricoverato nel reparto di Rianimazione generale dell’Ospedale di Circolo di Varese, non sarebbe in pericolo di vita.

I due coniugi, residenti nel comune di Cunardo, dopo aver ordinato del vino sfuso, arrivato in tavola all’interno di una comune brocca, e averne bevuto, hanno accusato un malessere, manifestatosi attraverso un forte bruciore alla gola. Avvertito il personale sono stati portati al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Luino, poiché in principio le loro condizioni non sembravano particolarmente gravi. Qui, però, è divenuto evidente che i due avessero ingerito una sostanza caustica e intorno alle 17 si è reso necessario il loro trasferimento all’Ospedale di Circolo di Varese in elisoccorso.

Pur non essendoci ancora nessuna conferma rispetto alle modalità con cui una sostanza possa essere arrivata sulla tavola, l’ipotesi più verosimile sarebbe che quest’ultima fosse inavvertitamente contenuta sulla superficie della stessa brocca. Sull’accaduto continuano le indagini dei Carabinieri della Stazione di Marchirolo e dell’ATS che, dopo essere intervenuti sul posto per ricostruire le cause dell’intossicazione, hanno sequestrato i detersivi contenuti nel ristorante.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127