Luino | 3 Febbraio 2018

Novità per il Teatro Sociale di Luino, in attesa del passaggio di proprietà

L'assessore Sgarbi: "L’obiettivo è tutelare la struttura". Il presidente SOMS, Frigerio: "Per continuare la nostra attività è l'unica soluzione"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Dall’inizio degli anni Novanta il comune di Luino è legato alla gestione e manutenzione del Teatro Sociale, fulcro delle attività culturali cittadine, attraverso un contratto di locazione sottoscritto con la S.O.M.S. (Società Operaia di Mutuo Soccorso), proprietaria della struttura. Al raggiungimento del primo accordo, valevole per 25 anni, sono seguiti dei rinnovi, tutti finalizzati a garantire la longevità del programma culturale, delle iniziative e manifestazioni che si svolgono puntualmente all’interno del “Sociale”.

Il nuovo contratto posto in essere a partire da oggi presenta al suo interno una importante novità, già anticipata nelle scorse settimane nell’ambito di un dibattito sull’offerta culturale del paese lacustre. L’amministrazione infatti, per sottrarre alla S.O.M.S. l’onere di un’ impegnativa tassa di proprietà annuale, ha approvato in consiglio comunale, lo scorso dicembre, la decisione di procedere all’acquisto della struttura.

Da questo dipende la durata complessiva del nuovo termine di locazione, esteso per tre anni, il quale potrà essere interrotto se durante questo periodo verranno ultimate le pratiche necessarie al completamento del passaggio di proprietà dell’immobile.

“In attesa di definire le modalità di acquisto – spiega l’assessore al Bilancio Dario Sgarbi -, abbiamo avviato con la Società di Mutuo Soccorso di Luino le procedure necessarie per acquistare il Teatro Sociale. Il contratto di locazione firmato è di tre anni ed è necessario perché in questo arco di tempo capiremo come procedere. L’obiettivo era quello di tutelare la struttura e permettere alla nostra comunità di continuare ad avere un cinema, un teatro e una grande sala conferenze da poter utilizzare”.

Dello stesso parere è anche il presidente Alberto Frigerio: “Condividiamo con l’amministrazione la volontà di tutelare il Sociale, che è stato costruito ed inaugurato dalla nostra associazione e dai luinesi tra il 1889 ed il 1890. La fatica per adempiere al pagamento delle tasse è aumentata spropositatamente in questi anni. Per poter continuare la nostra attività questa era l’unica soluzione, con l’obiettivo di lasciare alla popolazione uno tra i patrimoni socio-culturali più importanti del nostro territorio”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127