Luino | 6 Gennaio 2018

Oltre 130 panettoni per le famiglie aiutate dalla Croce Rossa di Luino

Un grande successo l'iniziativa messa in campo con la Pallacanestro Verbano Luino e il Groane Lentate. Il presidente Buchi: "E' importante fare squadra"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Grande solidarietà durante la partita di serie C, ieri sera, tra la Pallacanestro Verbano e il Basket Groane. Gli atleti, il pubblico e le due società sportive hanno raccolto oltre 130 panettoni da destinare tramite la Croce Rossa di Luino alle famiglie in difficoltà assistite sul territorio.

Un piccolo, ma significativo, gesto di come si possa aiutare chi è meno fortunato. Sono 150 le famiglie assistite dai volontari della Croce Rossa di Luino ogni mese in tutte le nostre valli. Parte della Comunità Montana del Verbano e parte del Piambello sono il contesto dove settimanalmente gli operatori di CRI sono di supporto ad oltre 400 persone in difficoltà economica.

“È stata una bella iniziativa fortemente voluta da Danilo Gubitta, Matteo Minetti e dai dirigenti dalla Pallacanestro Verbano – sottolinea il Presidente della Croce Rossa di Luino Pierfrancesco Buchi -, a cui va la mia gratitudine. Trovare società sportive ed associazioni che capiscano l’importanza di fare squadra per aiutare chi ha bisogno è un fatto, per la nostra Comunità, di cui andare orgogliosi. I panettoni donati andranno ad allietare un po’ di più queste festività alle famiglie che purtroppo vivono in stato di indigenza. E vi assicuro non sono poche”.

Nelle prossime settimane inviterò presso la nostra sede operativa del servizio ‘pacchi conforto’ i dirigenti della Pallacanestro Verbano e di altre associazioni per toccare con mano il grande impegno a favore dei vulnerabili che ogni giorno i volontari della Croce Rossa mettono a disposizione gratuitamente – continua Buchi -. Si possono studiare iniziative comuni, anche per coinvolgere nello sport i bambini delle famiglie che assistiamo. Di progetti da realizzare in sinergia ce ne sono tanti”.

Sono contento che si inizi ad abbinare ad eventi importanti iniziative sociali. Sport, Cultura e Sociale, insieme, possono fare molto – spiega ancora il presidente CRI Luino -. Mesi fa chiesi maggiore attenzione proprio su queste dinamiche; quando si organizzano eventi, soprattutto se con denaro pubblico, è bene che ci sia sempre un ritorno sociale sul territorio. Rabbrividisco a sentire quanti soldi pubblici vengono spesi per qualche evento effimero, utile solo a dare un po’ di lustro al politico del momento, quando poi la gente nella nostra zona perde il lavoro, non può permettersi di mandare un figlio a fare sport o ha bisogno di un pacco di alimenti al mese per mangiare tutti i giorni. Croce Rossa ha il dovere di non rimanere indifferente davanti a questo”.

“Non è il caso certamente di questa occasione dove un’associazione sportiva illuminata non ha bisogno di suggerimenti su come attivare azioni solidali – conclude Buchi – . Nel luinese abbiamo altri esempi di realtà associative che hanno capito come sia importante mettere lo sport a disposizione di grandi battaglie civili e sociali: le Luino FBC 1910 Ladies con la sensibilizzazione sulla violenza contro le donne o la Canottieri Luino, attenta da sempre alla disabilità nello sport. Queste ed altre realtà, con la Pallacanestro Verbano, sono vere risorse per la Comunità. Piccole e grandi iniziative che, aiutando i vulnerabili e dando risposte ai bisogni, fanno bene alla coscienze e alla consapevolezza di una cittadinanza attiva”.

(Foto © Cinzia Pelanconi)

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127