Milano | 29 dicembre 2017

Capodanno, dalla Regione il vademecum contro i botti illegali

L'assessore regionale alla Sicurezza, Simona Bordonali: "Distribuiti 30.000 volantini dedicati all'uso corretto dei giochi pirotecnici"

Tempo medio di lettura: 1 minuto

In questi ultimi giorni che ci separano dalla fine del 2017, Regione Lombardia sta attuando una campagna di prevenzione sull’uso scorretto dei giochi pirotecnici, protagonisti assoluti in piazze e luoghi pubblici nelle ore conclusive dell’anno.

“Grazie alla collaborazione con Assogiocattoli – ha spiegato l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e immigrazione, Simona Bordonali -, abbiamo provveduto a realizzare e distribuire 30.000 vademecum sull’uso corretto dei giochi pirotecnici. Questi volantini illustrano dieci semplici consigli per rendere più consapevoli e meno pericolosi i festeggiamenti di Capodanno. Fare informazione anche a livello istituzionale – ha specificato l’assessore -, può contribuire a evitare infortuni”.

Dalle misure inerenti la campagna (i volantini sono disponibili presso tutti gli sportelli regionali e nei punti vendita Assogiocattoli), Bordonali è passata poi ai numeri relativi agli incidenti provocati dai botti il 31 dicembre dello scorso anno: “Nel 2016 le persone rimaste ferite in Italia sono state 184. Il bilancio evidenzia un miglioramento rispetto all’andamento dell’anno precedente (190 persone coinvolte): non sono stati registrati episodi mortali ed è diminuito il numero dei feriti“.

“Vogliamo che questo dato migliori ulteriormente – ha concluso Bordonali -. A tale proposito abbiamo già promosso seminari e corsi di aggiornamento, rivolti alle Polizie locali, per contrastare la diffusione di prodotti illegali“. Per quanto riguarda invece la  vendita dei giochi a norma di legge, il relativo mercato, in Lombardia, genera annualmente un indotto di circa 9 milioni di euro. Una cifra che a livello nazionale tocca i 100 milioni.

-->
"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127