Cremenaga | 12 ottobre 2017

Quasi 250mila euro per la sistemazione della strada tra Cremenaga e Biviglione

Fondi anche a Dumenza, Marzio, Cuvio e Induno Olona. Grande soddisfazione da parte del sindaco Domenico Rigazzi: "Ottimo il lavoro dell'ufficio tecnico"

Buone notizie per i cittadini del nord della Provincia di Varese, quelle che arrivano da Regione Lombardia che ha reso noto l’esito della domanda di finanziamento sul progetto “Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020”.

Oltre 440 mila euro sono i fondi regionali che arriveranno sul territorio, inseriti all’interno di un programma settennale di finanziamenti europei, una delle fonti più importanti di contributi e di sostegno per il settore agricolo e forestale lombardo. Sono cinque i comuni della provincia che si sono visti assegnare fondi per le proprie strade: a Cuvio sono andati 60mila euro, ad Induno Olona 47.615,15 euro, a Dumenza 42.230,67 e a Marzio 41.556,43.

L’intervento più importante è quello che riguarda la strada che collega Cremenaga a Biviglione, frazione di Luino, che verrà riqualificata grazie ad un totale di 249.600 euro di fondi regionali. Era stato il sindaco di Cremenaga, Domenico Rigazzi, nello scorso mese di agosto, ad annunciare l’invio a Regione Lombardia della richiesta del progetto di sistemazione della strada, dopo l’intervento di pulizia su tutto il tratto stradale effettuato dalla Protezione Civile del Piambello, distaccamento di Cremenaga.

Questa strada forestale, a causa di vari eventi alluvionali succedutisi negli ultimi anni, è crollata al confine tra i comuni di Cremenaga e Luino. Era fondamentale e necessario intervenire, anche perchè riveste particolare importanza quale strada di servizio per l’attività selvicolturale e di manutenzione di una parte importante di territorio forestale e montano, che diversamente è destinata all’abbandono per la difficoltà d’accesso, con tutti gli effetti conseguenti a livello idrogeologico. Ha inoltre altre due funzioni: una quale percorso alternativo nel caso di interruzioni sulla SP61 sottostante, ove il traffico è già regolato con senso unico alternato in prossimità della galleria sul fiume Tresa, e l’altra quale strada fondamentale per mezzi di pronto intervento a livello antincendio boschivo.

I lavori per il ripristino erano stimati in 400mila euro e la richiesta di finanziamenti regionali era necessaria per il ripristino. “Siamo molto soddisfatti di esser rientrati all’interno dell’assegnazione dei fondi – spiega il sindaco di Cremenaga, Domenico Rigazzi -. L’obiettivo era quella di renderla transitabile, in casi di emergenza, solo per le forze dell’ordine ed i Vigili del Fuoco, garantendo però la percorribilità pedonale e ciclabile. Sarà così ed i lavori inizieranno nel 2018. Non posso far altro che complimentarmi per il lavoro svolto dall’ufficio tecnico, tra tutti l’ingegner Maurizio Giroldi e l’architetto Paolo Sartorio. Da sempre puntiamo alla salvaguardia del nostro territorio e questo è il giusto riconoscimento per quanto stiamo facendo in questi anni”.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"