Agra | 11 ottobre 2017

RSA di Agra, un altro passo in avanti per il futuro della casa di riposo

Dopo l'incontro di ieri in Regione Lombardia, con l'apertura verso una soluzione condivisa, il direttore Fausto Turci oggi ha incontrato l'amministratore Gianni Caprara

L’apertura dell’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, avvenuta ieri in Regione Lombardia, sembra aver dato qualche piccolo spiraglio di luce per il futuro della struttura di Agra. A darne notizia, questa sera, è il direttore della RSA, Fausto Turci, dopo l’incontro di oggi tra lui e l’amministratore unico della “Sant’Ambrogio Servizi”, il gestore Gianni Caprara.

“L’incontro avvenuto questa mattina – spiega il direttore della casa di riposo, Fausto Turci -, tra me ed il gestore della RSA Vanda Albertini di Agra, ha permesso di fare un altro piccolo passo in avanti. Ho condiviso con lui gli esiti dell’incontro di ieri con l’Assessore Giulio Gallera e con il direttore generale del Welfare Giovanni Daverio. Anche se rimane ferma la posizione di Caprara (ndr, che continua giustamente ad auspicare la sostenibilità economica della struttura), abbiamo discusso della possibilità di proroga della chiusura che, se fosse concessa, permetterebbe di tirare un pò il fiato su una road map fatta di incontri istituzionali e dare il tempo per passare dalla teoria alla pratica ed individuare una serie di soluzioni utili a reperire risorse sufficienti per sostenere economicamente il servizio“.

“A seguito della disponibilità manifestata martedì in Regione Lombardia dall’Assessore Gallera per individuare strade concrete – continua Turci -, naturalmente all’interno delle norme vigenti, dei nuovi servizi attivati, nelle ultime riforme attuate, e/o nelle nuove regole di sistema, ho chiamato il direttore sociale dell’ATS, il dottor Lucas Maria Gutierrez, per fissare un appuntamento. Ho colto con piacere la sua solerzia nel confermarmi questo incontro per domani alle ore 15.30 nel suo ufficio, certo che dalle parole si potrà passare ora a qualche concretezza”.

“Dall’esito di tale incontro spero potranno arrivare elementi utili a mantenere un certo ottimismo sul futuro della RS. Il mio modo di essere moderato, poco urlato, certamente teso al benessere degli ospiti ed al lavoro dei dipendenti non vorrei che fosse confuso con arrendevolezza o poca determinazione, tutt’altro. Io mi aspetto – conclude Turci, che da settimane lavora dietro le quinte per evitare la chiusura della struttura -, sulla scorta delle dichiarazioni dei vari politici, che ci sia da parte di tutti la determinazione nel cercare soluzioni che non possono più essere prospettive senza tempo e parole lontane dalla concretezza. L’orologio scorre, scorre anche per queste persone che vivono ogni giorno aspettando una decisione che per loro potrebbe essere un sollievo o una sentenza”.

L’incontro di domani tra il direttore della RSA di Agra, Fausto Turci, e il direttore sociale dell’ATS, Lucas Maria Gutierrez, potrebbe essere uno tra i primi meeting istituzionali che mirano a tenere aperta la struttura, tutelando gli ospiti anziani presenti e i dipendenti della casa di riposo.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"