Luino | 6 Ottobre 2017

Brevettata a Luino la “Borsa della Birra”, un unicum in tutta Europa

La sfida di Rosario Cuciniello, luinese d’adozione, ha ricevuto un grande riscontro. L’obiettivo è quello di creare aggregazione tra i giovani responsabilmente

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Decidere di aprire un bar in un paese turistico come Luino, non è una scelta facile e bisogna studiare ed analizzare tutte le variabili indispensabili per gestire un locale che sappia coinvolgere ed attrarre giovani, cittadini e turisti, e farlo con lungimiranza. Ed è da un’idea innovativa che nel 2016 è partita la sfida, o follia, rivelatasi poi realtà di successo, di Rosario Cuciniello che, dopo aver rilevato i locali dell’ex bar Manhattan, ha fatto nascere un nuovo bar, la “Borsa della Birra”.

Rosario con un passato fatto di sacrifici tra impieghi come rappresentante, imbianchino, imprenditore, cameriere e tutto fare, dopo aver lasciato l’ultimo lavoro in una ditta in provincia di Varese si è lanciato in questa nuova avventura. “Crescere a Milano – spiega Rosario – penso mi sia stato di grande aiuto. Mi ha aperto la mente e mi ha permesso, anche a 45 anni, di rimettermi in gioco. Ed oggi eccomi qua. Amo Luino, me ne sono innamorato dieci anni fa, dopo averla visitata durante alcuni lavori effettuati in un cantiere di piazza San Francesco.

Da quel momento Rosario non ha potuto più fare a meno del lago e del paesaggio del paese lacustre, avendo sempre avuto in mente di aprire un locale tutto suo, magari sul lungolago. Ma l’idea della “Borsa della Birra” gli è venuta per caso, una sera, mentre beveva il solito caffè dopo cena in un locale del centro di Luino con un amico. Tra una chiacchiera e l’altra, infatti, si confrontavano sui vari locali “originali” che hanno visitato in Europa, e si è arrivati a parlare di diversi bar. Il progetto iniziale è partito da qui, con l’obiettivo di provare a coinvolgere ed aggregare quanto più giovani possibili.

“Pensavo ad un bar e una paninoteca che stessero aperti fino a tardi – racconta ancora Rosario -, sono pochi i locali a Luino che offrono la possibilità di bere una birra e mangiare un buon panino dopo una certa ora. Così ho incontrato il proprietario dei locali e, dopo aver trovato un accordo, mi sono messo a lavoro per pensare qualcosa di originale, aiutato da Andrea, un mio amico. La ‘Borsa della Birra’ è nata così, solo dopo abbiamo sviluppato un lavoro informatico certosino e studiato ad hoc”.

Si tratta di un gioco collettivo che ha ricevuto il plauso di diverse aziende internazionali produttrici di birre. Sette spine, dove più birra si beve più si abbassa il prezzo, fino all’accesso di ribasso che arriva a 2,80€, mentre la quotazione iniziale è di 4,80 euro. Ogni tre birre il prezzo scende di dieci centesimi e l’obiettivo è quello del crollo della borsa. E’ tutto automatizzato e se durante la serata la tipologia di birra non viene servita per dieci minuti il prezzo sale a sua volta di dieci centesimi.

“Servono oltre trenta litri di birra per far crollare la borsa – continua Rosario -, quindi non è un gioco individuale che incentiva a bere. Vogliamo far conoscere i giovani tra loro, amici di diversi tavoli, e il crollo della borsa finora è avvenuto solo quando una ventina di ragazzi si sono uniti per raggiungere lo scopo. I gruppi che fanno crollare la borsa vengono inseriti nella ‘Hall of Fame”, con gadget regalati da noi, annualmente, per quelli che lo compiono nel più breve tempo possibile. Il nostro intento, però, sarà sempre quello di far bere responsabilmente i giovani”.

Ho brevettato la ‘Borsa della Birra’ – conclude Rosario -. E’ l’unico bar di questo tipo in tutta Europa. E’ una grande soddisfazione per me. Insieme alla birra, poi, proponiamo dieci tipi di panini che prendono il nome delle diverse borse presenti nel mondo, caratterizzati dai prodotti locali di riferimento. Tutto è pensato nel minimo dettaglio”.

Oltre alla proposta legata alla birra e ai panini, però, il bar organizza anche concerti e musica dal vivo, una serata a settimana dedicata al karaoke e iniziative molto originali, come la ‘Serata no cellulare’, nella quale i ragazzi che partecipano lasciano il loro smartphone in un contenitore che viene posto sul bancone all’ingresso. “In un momento storico in cui i social network e i cellulari sono entrati con così tanta prepotenza nelle nostre vite abbiamo pensato anche a serate così, sempre con l’obiettivo di aggregare il più possibile i giovani”.

Per qualsiasi ulteriore informazione consultare la Pagina Facebook o contattare il numero di telefono +39 333 949 8659. “La Borsa della Birra” si trova a Luino in via Bernardino Luini 34.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127