14 Maggio 2017

Luino, “Questa mattina in Stazione grande degrado tra bottiglie di birra, sporcizia e cattivi odori”

Con un post su Facebook prima e dopo con una segnalazione in redazione, Rinaldo Labate, cittadino luinese, denuncia il degrado che ha visto con i propri occhi stamane all’interno dell’atrio della Stazione di Luino, nei pressi della biglietteria, tra bottiglie di birra, spazzatura e cattivi odori. L’assessore Alessandra Miglio ha contattato Labate si è attivata per capire quale fosse la situazione.

Foto di repertorio

Luino, “Questa mattina in Stazione grande degrado tra bottiglie di birra, sporcizia e cattivi odori”. “Questa mattina, alle 8.20 circa, sono entrato in stazione dalla parte della biglietteria e ho trovato persone che dormivano per terra tra bottiglie di birra ed altri generi alimentari sparsi. E’ una vergogna, credo sia il più brutto biglietto da visita per una cittadina come Luino”. Con queste parole inizia il post Facebook del cittadino luinese Rinaldo Labate, che denuncia quanto ha vissuto in prima persona questa mattina, quando attraversando i corridoi della stazione si stava accingendo a prendere il treno. “Giovani, anziani, italiani, stranieri, non è questo il punto. Credo sia inqualificabile avere un degrado simile all’interno della stazione di Luino, che è il luogo in cui i turisti arrivano sul lago. Sono molto contento che l’assessore Alessandra Miglio mi abbia contattato, la ringrazio. Si è resa disponibile a capire quale fosse lo stato della situazione. Domani, però, invierò una segnalazione scritta alla Polizia di Frontiera, con in copia la Polizia Locale e i Carabinieri. Credo che una situazione del genere non dovrebbe verificarsi, mai”.

Solo una settimana fa, un’altra situazione spiacevole in stazione, quando un capotreno ha accusato un malore dopo esser stato aggredito verbalmente e circondato da alcuni ragazzi che non volevano pagare il biglietto.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127