26 Aprile 2017

Luino, assemblea SOMS: le tasse incombono, “Difendiamo il Teatro Sociale”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

(Lino Bernasconi) Tutti insieme per la SOMS. Questo il filo conduttore dell’Assemblea generale ordinaria della Società Operaia di Mutuo Soccorso di Luino, che nel 2019 festeggerà il prestigioso traguardo del 150° di fondazione. Tanti i temi trattati, tra cui quello molto importante della gestione e del futuro del Teatro Sociale.

Luino, assemblea SOMS: le tasse incombono, “Difendiamo il Teatro Sociale”. Nata per iniziativa di un gruppo di coraggiosi lavoratori, commercianti e artigiani luinesi, la SOMS dimostra ancora tutta la sua vitalità partecipando, con le sue attività, a tante iniziative benefiche del territorio e ad erogare aiuti con ben 42 pensioni assegnate a cittadini bisognosi. Questi e altri importantissimi argomenti sono stati illustrati nella relazione del presidente Alberto Frigerio durante l’Assemblea tenutasi domenica 23 aprile scorso nel salone di rappresentanza del Centro di Formazione Professionale di Luino. Il presidente ha così esordito: “È il primo anno che il nuovo Consiglio di Amministrazione è in carica e pertanto l’Assemblea rappresenta un momento importante nella vita societaria, per meglio capire dove siamo, ma soprattutto per guardare al futuro in maniera costruttiva. Il nostro sodalizio, con la sua lunga e importante storia di presenza sul territorio deve continuare ad avere un posto di rilievo e dobbiamo tutti contribuire a tenere alto il nome della SOMS”.

La questione del Teatro Sociale di Luino. Per tornare all’assemblea, ricordiamo che, dopo aver espletato le normali formalità quali la nomina del presidente della riunione nella persona dell’avvocato Claudia Mandanici e del segretario Gianni Cazzaro, sono stati chiamati al tavolo della presidenza l’emerito presidente Gianni Lusa, il vicepresidente Massimo Vanoli, l’architetto Stefano Lucini, esperto per la questione del teatro Sociale. Questo è stato l’argomento principale che ha tenuto banco durante l’assemblea, dopo l’approvazione del bilancio consuntivo 2016, del bilancio preventivo 2017 e della relazione dei revisori dei conti, con approvazione unanime.

Difendiamo il Teatro Sociale”. Questo l’auspicio di tutti i presenti, che hanno ascoltato con grande interesse a che punto sono giunte le trattative con l’amministrazione comunale che, per oltre 25 anni ha gestito il teatro pagando un affitto alla SOMS ed accollandosi l’onere dei lavori di manutenzione straordinaria. Oggi purtroppo non è più così: l’IMU, l’ICI e una serie di tasse dovute per legge stanno svuotando le già magre casse del sodalizio. Da qui la lunga trattativa iniziata dal presidente e dal direttivo, con l’aiuto della dottoressa Mandanici e dall’architetto Stefano Lucini, appositamente chiamato in qualità di esperto del settore. Presente in sala l’Assessore Castelli in rappresentanza del sindaco, ma egli stesso socio da molti anni del sodalizio.

Dai numerosi interventi è scaturita una richiesta fondamentale: “Dica, il comune di Luino, se è interessato a mantenere questa struttura assai importante per la città, oppure se intende farne a meno definitivamente”. L’interrogativo potrebbe essere sciolto, si spera, nel giro di qualche anno, ma i tempi della burocrazia di questo Paese sono lunghissimi, come era già stato annunciato dall’architetto Lucini. La volontà dei 162 soci è chiara: il teatro Sociale, frutto della lungimiranza di coloro che li hanno preceduti nella militanza nella SOMS, è quello di alienare l’immobile al comune, nei modi consentiti dalla Legge, prima che la Società Operaia finisca con uno scioglimento, ancor più disastroso se fosse applicata l’attuale direttiva legislativa che vedrebbe tutta la proprietà finire nelle voragini dei ministeri romani.

Solo con l’impegno di tutti, la volontà di affrontare il problema uniti, con l’amministrazione comunale, le forze politiche presenti sul territorio e magari invocando anche l’aiuto della stessa Regione Lombardia, si potrà trovare un compromesso affinché i luinesi possano ancora godere del loro amato teatro.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127