8 Dicembre 2016

Addio ad Ambrogio, una vita passata in Veddasca

Tempo medio di lettura: 2 minuti

E’ spirato martedì 6 dicembre Ambrogio Catenazzi, molto noto tra i monti della Veddasca, dove ha passato una vita intera. L’uomo è stato trovato in casa senza vita dalla signora Vilma che, con la sua famiglia, da tempo si prendeva cura di lui. Soffriva da tempo di problemi di salute, ma probabilmente un arresto cardiaco la causa della dipartita.

Ambrogio Catenazzi, il primo da sinistra, durante un pranzo conviviale con il sindaco Fabio Passera

Ambrogio Catenazzi, il primo da sinistra, durante un pranzo conviviale con il sindaco Fabio Passera

Addio ad Ambrogio, una vita passata in Veddasca. Grande sconforto a Lozzo, frazione e piccolo borgo di Maccagno con Pino e Veddasca, dopo la notizia della scomparsa di Ambrogio Catenazzi, che ha lasciato la vita terrena martedì 6 dicembre. Ambrogio era un uomo molto conosciuto in valle, per anni è stato costruttore di una piccola impresa edile e aveva ricoperto, prima della fusione, per decenni numerosi incarichi come amministratore, assessore e consigliere nel comune di Veddasca. Una morte naturale a dargli l’addio: è stato trovato da Vilma, una vicina di casa di Lozzo che insieme alla sua famiglia da tempo si occupava di aiutarlo, accudirlo e non fargli mancare nulla, pranzo e cena comprese. Lozzo piange così una figura storica del paese. Ambrogio, che non era sposato e non aveva figli, era il presidente dell’associazione “Amici di Lozzo”, che gestisce per scopi sociali un immobile sul territorio, l’ex scuola elementare del piccolo borgo della Veddasca.

“Per me è stato un colpo al cuore – spiega il sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, Fabio Passera -. Solo due settimane fa avevamo festeggiato insieme il suo 85esimo compleanno in un ristorante. Provavo un affetto infinito per lui ed in una piccola realtà come quella della Veddasca, piangere un uomo dalla spessore di Ambrogio è come il crollo di una quercia, di un esempio e di una grande figura di riferimento per tutti. Aveva sposato due anni fa la nostra causa della fusione, attivandosi da subito per darci una mano, era uno dei Consultori del Municipio di Veddasca. Mi aveva detto che la fusione era una scelta indifferibile. E’ una triste scomparsa la sua, una persona di infinito spessore. Continueremo a fare del nostro meglio per il territorio anche per lui”.

I funerali e l’ultimo saluto ad Ambrogio Catenazzi domani alle 15 nella chiesa parrocchiale di Lozzo, suo paese natale e dove aveva sempre vissuto.

 

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127