18 luglio 2016

Luino, sondaggio: ai giovani imprenditori, liberi professionisti o freelance della zona interesserebbe un coworking?

Convertire uno spazio poco utilizzato da parte di un ente pubblico e trasformarlo in un coworking, vale a dire condividere in un ambiente di lavoro, spesso un ufficio, mantenendo un’attività indipendente, è ormai una scelta che le città europee, ed in parte anche quelle italiane, stanno facendo da anni. Non solo i comuni, ma anche vere e proprie aziende o privati offrono questo servizio a liberi professionisti, giovani freelance ed imprenditori. Anche in provincia di Varese, oltre le innumerevoli realtà milanesi, vi sono comunità di questo tipo. E allora, per quale ragione non pensare anche a Luino di poter costruire un coworking che possa permettere una condivisione di competenze ed un’autonomia nel poter lavorare serenamente a chi ne necessita?

(Foto © barcelonanavigator.com)

(Foto © barcelonanavigator.com)

Luino, sondaggio: ai giovani imprenditori,  freelance o liberi professionisti della zona interesserebbe un coworking? Non solo la crisi economica ma anche un ventaglio di nuovi impieghi, soprattutto quelli legati alla tecnologia e al web, ha portato alla nascita dei coworking. Loft che suddivisi in ambienti, spesso spazi con scrivanie, armadi e sedie, con una sala riunioni ed un punto caffè, permettono a liberi professionisti o freelance che lavorano da casa, di poter usufruire, previo pagamento mensile o annuale, di una struttura che abbia tutte le comodità ed i confort necessari per lavorare serenamente.

La proposta per costruire uno spazio ad hoc a Luino. Da queste esigenze e sulla scia delle realtà presenti a Milano, ma anche in provincia di Varese, nasce l’idea di lanciare questa proposta anche nel luinese. L’idea è quella della creazione di uno spazio che possa offrire ai tanti liberi professionisti e giovani imprenditori della zona l’opportunità di condividere un ambiente in cui lavorare e confrontarsi, in base alle proprie esigenze e competenze. Proprio nell’alto Varesotto, infatti, non vi è una simile realtà imprenditoriale, anche se se ne parla ormai da tanto tempo. Così ne abbiamo parlato anche con l’assessore allo Sviluppo Economico di Luino.

“È importante che i giovani e i futuri imprenditori del territorio inizino in una struttura flessibile e dal rischio leggero – spiega l’assessore allo Sviluppo Economico di Luino, Alessandra Miglio -, questo permetterebbe a chi è già esperto nel suo campo di non doversi necessariamente trasferire altrove per un lavoro dipendente. Permetterebbe anche di ricominciare senza indebitamenti. Si rafforzerebbe e rinnoverebbe il nostro tessuto imprenditoriale, attirando magari attività limitrofe ad espandersi con prudenza. La vicinanza fisica di realtà diverse ha in seno il potenziale cooperativo e di sostegno reciproco che le leggi nazionali a volte non facilitano: i clienti di un web designer possono essere gli stessi di un agente di viaggio, di un architetto o di un esperto falegname. Incontrandomi con l’assessore regionale allo sviluppo economico Mauro Parolini, questo si è impegnato ad attivare dei fondi per questi scopi, che saranno valutati con la Camera di Commercio di Varese, con la quale abbiamo un consolidato rapporto di collaborazione. Mi appassiona molto l’idea di riqualificare uno spazio strategico, per promuovere la piccola impresa innovativa, penso ad esempio a dei locali nella stazione, ma anche a ponti che potrebbero crearsi con privati che possiedono spazi inutilizzati”.

Insomma la volontà politica per creare questi spazi sul territorio sembra esserci e con una spesa irrisoria, si pensa intorno ai 20-30mila euro, si potrebbe costruire un coworking adatto per il territorio. Le location non mancano ed alcuni ambienti sono già stati presi in considerazione per capirne potenzialità e lacune. Ora c’è da capire, quanti lavoratori indipendenti, freelance o imprenditori giovani siano interessati a lavorare in una simile situazione. Potrebbe diventare un punto di riferimento per chi ne ha bisogno, ma anche per quei cittadini, commercianti ed imprenditori che necessitano consulenze o lavori, che non possono compiere perchè possiedono competenze diverse. Il web ed i social network, ormai, sono al centro delle nostre vite quotidianamente.

Chi tra voi è interessato? Quali proposte vi sentireste di fare?

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"