EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
12 Luglio 2016

Luino, commemorato Cesare Battisti. Il sindaco: “La via a lui dedicata tornerà all’antica bellezza”

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Una corona per il centenario dalla morte di Cesare Battisti è stata depositata stamane intorno alle 10 da parte del sindaco di Luino, Andrea Pellicini. Alla cerimonia, oltre al consigliere comunale e professor Giovanni Petrotta, anche il prevosto Don Sergio Zambenetti, gli assessori Caterina Franzetti, Alessandra Miglio e Dario Sgarbi, e i consiglieri Laura Frulli e Enrica Nogara. “La via tornerà all’antica bellezza da agosto, quando vi partiranno degli interventi di riqualificazione”, ha commentato il primo cittadino luinese.

Luino, commemorato Cesare Battisti. Il sindaco: "La via tornerà all'antica bellezza"

Luino, commemorato Cesare Battisti. Il sindaco: “La via a lui dedicata tornerà all’antica bellezza”. Stamane alle ore 10, nel piazzale antistante la caserma della Guardia di Finanza, all’incrocio tra piazza Risorgimento e via Cesare Battisti, il sindaco Andrea Pellicini ha deposto una corona in ricorrenza dei cento anni dalla scomparsa di Cesare Battisti. “Considero questa cerimonia un momento semplice ma colmo di significato – ha dichiarato il Primo Cittadino -. Cesare Battisti voleva liberare la sua Trento dal giogo austriaco e oggi ricorre la commemorazione della sua impiccagione al Castello del Buonconsiglio di Trento: ho chiesto al Professor Petrotta un pensiero sulla vita eroica di questo personaggio storico”. 

L’impiccagione di Cesare Battisti. Il 12 luglio del 1916, Battisti, dopo esser stato imprigionato e costretto dagli austriaci a sfilare in catene per le vie di Trento, fu impiccato dal boia Josef Lang appositamente inviato da Vienna. Luino ha inteso ricordare l’eroe nazionale al quale la Città ebbe ad intitolare una via che si congiunge a piazza Risorgimento, come ad unire Cesare Battisti al grande movimento nazionale di cui fu protagonista. 

Il professor Giovanni Petrotta ha proseguito la cerimonia tratteggiando la figura del Battisti, un nativo di Trento, ottimo geografo, eletto al Parlamento di Vienna per il Partito Socialdemocratico dei Lavoratori d’Austria in qualità di Deputato. Nel corso della sua esistenza, durante la prima guerra mondiale, si arruola tra gli Alpini per poi esser imprigionato ed ucciso. Il Professore ha successivamente sottolineato che il 30 luglio 1916 Gian Battista Reggiori a Luino gli dedicò la “commemorazione del martire – cliccare qui -, per cui la moglie di Battisti gli inviò un ringraziamento.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127