16 Giugno 2016

L’I.S.I.S. Luino e i progetti “Green School” e “Rifiuti alle strette” presentati in Provincia

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Prima della conclusione dell’anno scolastico, sono stati presentati ai responsabili della Provincia di Varese, con conseguente visita alla Villa Recalcati, i progetti “Green School” e “Rifiuti alle strette” degli studenti dell’I.S.I.S. di Luino. Un articolo di Ivasenko Oleksandra dell’I.S.I.S. Città di Luino – “C. Volontè” (II Turistico A).

L'I.S.I.S. Luino e i progetti "Green School" e "Rifiuti alle strette" presentati in Provincia

L’ISIS Luino e i progetti “Green School” e “Rifiuti alle strette” presentati in Provincia. Il 29 maggio 2016, io e i miei compagni delle classi dell’I.S.I.S. di Luino che hanno partecipato il progetto “Green School”, ci siamo recati nella sede della Provincia di Varese, presso Villa Recalcati, per presentare le attività svolte in questo anno scolastico ai responsabili del Settore Ambiente. Le attività sono state molteplici, hanno interessato più classi dell’istituto ed erano volte a inserire nell’attività didattica alcuni approfondimenti che permettano di capire come i rifiuti possono diventare una risorsa, se opportunamente differenziati e riciclati.

La presentazione e la relazione finale sono state svolte nella sede della provincia, Villa Recalcati, ed è stata anche l’occasione per visitare la villa, guidati dalla dottoressa Elena Ermoli, del settore Attività Culturali, Turistiche e Promozionali della provincia. Siamo stati accolti dal Presidente della Provincia, il dottor Nicola Gunnar Vincenzi e dal dottor Paolo Bertocchi, consigliere provinciale, che ci hanno dato il benvenuto nella “Sala”, ora adibita a sala del Consiglio Provinciale e ci hanno illustrato cosa prevede la riforma delle province, da poco approvata.

La villa, costruita alla metà del XVII secolo, è una delle prestigiose testimonianze della vita nobiliare settecentesca tra Milano e Varese ed è circondata da uno splendido parco. L’allegoria della famiglia Recalcati è rappresentata nell’affresco del maestro Magatti della sala Barocca, dove venivano ricevuti gli ospiti: una giovane e ricca donna (il denaro), con ai suoi piedi un leone (la forza) e un’aquila (l’intelligenza) . Nel 1872, nel periodo in cui la provincia di Varese diventa meta turistica per le ricche famiglie milanesi, la villa viene venduta alla società “Grandi Alberghi Varesini” che la trasformerà in uno splendido albergo di lusso, chiamato “Excelsior”, del quale si è conservata la caffetteria nel suo aspetto originale; si può ammirare anche una parte del secondo piano, inizialmente riservata ad abitazione privata della famiglia e decorata da più affreschi del Giovan Battista Ronchelli.

Oggi la villa è sede della Provincia di Varese e della Prefettura. La storia del parco non può essere scissa da quella della villa e numerose sono le piante secolari che qui si possono ammirare: è oggi parco comunale ed è aperto al pubblico.

Per consultare i due progetti cliccare qui.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127