EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
19 Maggio 2016

Tra Cunardo e Ghirla sabato e domenica le “Giornate Europee dei Mulini”. Ecco il programma

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Un weekend, quello di sabato 21 e domenica 22 maggio, all’insegna della storia, della cultura e della tradizione, per riscoprire il grano, tra sapori e curiosità, in due luoghi simbolo del territorio: il Maglio di Ghirla ed il Molino Rigamonti di Cunardo. Ad organizzarlo l’Associazione italiana dei mulini storici, la ProLoco Vaganna, la Comunità Montana del Piambello, Valganna.info, la Strada dei Sapori, Slow Food Varese, Terra Madre, Provincia di Varese e la fondazione comunitaria del Varesotto onlus. Ecco il programma.

Tra Cunardo e Ghirla sabato e domenica le “Giornate Europee dei Mulini”. Ecco il programma. Lanciate nella sua forma attuale in Francia dal 2007 e attuate in Italia a cura dell’Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici (AIAMS) a partire dal 2012, le Giornate Europee dei Mulini, quest’anno 21 e 22 maggio, intendono promuovere e valorizzare gli opifici idraulici (mulini, segherie, fucine, follatoi, ecc.) e le attività produttive che si svolgevano un tempo, ma che in alcuni casi sono praticate ancora oggi. Proprietari e gestori aprono dunque le porte di luoghi di lavoro posti lungo i corsi d’acqua pronti ad accogliere il pubblico interessato al funzionamento delle ruote idrauliche e ai racconti legati alla vita quotidiana di mugnai, segantini e fabbri. Insieme alla storia della tecnologia e delle professioni artigiane vengono affrontate problematiche relative alla salvaguardia di edifici con valenza storica e architettonica, al turismo educativo e alla valorizzazione di siti ambientali di pregio. Il tema scelto per l’edizione 2016 dell’evento è la molitura del mais. In questo contesto, infatti, si inserisce il weekend organizzato tra il Maglio di Ghirla e il Molino Rigamonti di Cunardo.

Il Maglio di Ghirla rappresenta un esempio significativo di archeologia industriale. Fin dal Quattrocento, il maglio a testa d’asino veniva, in genere, impiegato nella spianatura delle vergelle e dei masselli di ferro incandescenti, rifiniti in seguito col martello sull’incudine. Si forgiavano principalmente attrezzi agricoli ed utensili da maniscalco, oltre a diversi strumenti propri delle mansioni artigiane locali (vergelle, pialle, raspe, ecc.), erano qui impiegati una decina di operai e, nel 1813, produceva 220 quintali di manufatti. L’autenticità della struttura e il bellissimo ambiente in cui è immerso rendono il Maglio di Ghirla una tappa obbligata, per chi si trova a passare nelle vicinanze.

Il Molino Rigamonti è un mulino ad acqua di Cunardo. L’acqua della roggia di derivazione viene convogliata in un canale così che, per caduta, fa girare una ruota idraulica verticale in ferro. È il movimento di questa ruota a produrre l’energia necessaria per il funzionamento, tramite una serie di cinghie e di ingranaggi, di tutte le attrezzature necessarie alla macinazione: le macine, la tramoggia, il buratto. La costruzione del mulino si perde nei secoli. Notizie certe si hanno a partire dal 1787, quando la famiglia Rigamonti acquistò l’impianto da Pasquale Aimetti. Il mulino serviva i contadini e i proprietari che vi portavano il granoturco, che macinato forniva la farina per la polenta, piatto principe nell’alimentazione del passato. Fino al 1951 presso il mulino veniva prodotto anche olio di noci. La ruota del mulino, immutata, continua a girare grazie alle incessanti e appassionate attenzioni della famiglia Rigamonti, che ancora oggi è proprietaria di questo gioiello. Tutto l’impianto è dell’epoca e completamente funzionante. L’attuale proprietario, Riccardo Rigamonti produce e vende farina integrale, crusca, farina da polenta, fine e grossa. L’antico mulino ad acqua Rigamonti, forse l’unico ancora attivo in tutta la provincia di Varese, costituisce ormai una tappa significativa degli itinerari turistici locali.

Sabato 21 maggio:

– Ore 16, Maglio di Ghirla: Efesto, il fabbro degli dei, dimostrazione a cura dei Forgiatori del Maglio.
– Ore 18, Sala polivalente Maglio di Ghirla: Uomini di mais, progetto per la valorizzazione di mais antichi per l’alimentazione umana. Antiche varietà per una nuova agricoltura. Recupero e coltivazione di mais antichi nel territorio varesotto. A cura di Alberto Senaldi, Slow Food Varese
– Ore 19 Maglio di Ghirla: Intrattenimento folcloristico a cura dei Tencitt di Cunardo e dalle ore 19.30 sempre al Maglio sapori in cena a cura della Strada dei Sapori delle Valli Varesine. *Cena solo su prenotazione: tel. 340.5037208 e-mail: clodloca@gmail.com – Euro 5,00 a persona bevande escluse.
– Ore 21 Maglio di Ghirla: Scintille notturne… si plasma il ferro.

Domenica 22 maggio:
– Dalle ore 12 Maglio di Ghirla: Dimostrazione forgiatura e Sapori in pranzo a cura della Strada dei Sapori delle Valli Varesine. *Pranzo solo su prenotazione: tel. 340.5037208 e-mail: clodloca@gmail.com – Euro 5,00 a persona bevande escluse.
– Dalle 14 alle 19: Dal Maglio al Molino Rigamonti: Percorso di mais, installazioni che ci raccontano il ciclo del mais. A cura di Slow Food Varese.
Molino Rigamonti: visite guidate per riscoprire l’antica arte molitoria e le atmosfere di un tempo.
Molino Rigamonti: L’appetito vien… leggendo: le nostre Valli si raccontano a cura della Biblioteca Comunale Valganna e della Biblioteca Comunale Cunardo.
– Ore 14.30 Ritrovo alla Badia di Ganna e… “le ruote girano!” Tutti in bici lungo la Via Francisca del Lucomagno.
– Ore 16 Molino Rigamonti: Dolci di Mais, Istruzioni per l’uso a cura di Happy Kitchen e Slow Food Varese. Dimostrazione della preparazione dei dolci di mais: amor polenta, dolce della tradizione varesina, paste di meliga.
Al termine, Corrado Alberti, mastro fornaio – Forno Iris Margherita – parlerà del pane di mais e della sua preparazione.
– Ore 18 Molino Rigamonti: Polente e dintorni degustazione a cura della Proloco Valganna con il gruppo musicale Quelli dell’Osteria. *Solo su prenotazione: tel. 0332.716101 oppure e-mail: giornatemulini@gmail.com – Posti limitati – Euro 5,00 a persona.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127