17 Maggio 2016

Luino, “Giù le mani dalla nostra scuola”: sabato 21 maggio ci sarà la seconda festa

Tempo medio di lettura: 3 minuti

Ancora festa e voglia di stare insieme, ma soprattutto ancora voglia di farsi sentire e ricostruire. Il secondo appuntamento con “Giù le mani dalla nostra scuola” è in programma sabato 21 maggio presso l’Istituto Comprensivo “B. Luini” e sarà caratterizzato dallo stesso entusiasmo che ha contraddistinto quello del 19 marzo, con il quale è stato dato il via a questa campagna di sensibilizzazione nei confronti della serie di furti messi in atto negli scorsi mesi. Allora erano stati raccolti 2500 euro, destinati al materiale tecnologico che era stato rubato e distrutto nei mesi scorsi.

Luino, “Giù le mani dalla nostra scuola”: sabato 21 maggio ci sarà la seconda festa. Vittima dei furti degli scorsi mesi era stata la scuola media di Luino con i ragazzi stessi, ma nessuno si è rattristito più del dovuto. Determinazione è la parola che rappresenta ancora una volta questa iniziativa. Un sabato all’insegna di sport, arte, spettacolo, giochi, ma più di tutto la voglia di dimostrare, che eventi spregevoli come questi atti vandalici, visti da un’altra prospettiva, possono far nascere qualcosa di veramente solidale e concreto.

Il programma della giornata per sabato. La scuola aprirà le sue porte già dal mattino, per ospitare tornei sportivi di calcetto e pallavolo (dalle 9.30 alle 12.30) che, in un clima di piacevole agonismo sportivo, daranno la possibilità ai giovani studenti di giocare con i propri professori e con i genitori. Nel pomeriggio, dalle 14.30 alle 18.30, prima il dirigente scolastico Raffaella Menditto saluterà pubblicamente tutti i partecipanti e gli organizzatori dell’evento, invitando poi i presenti a godersi spettacoli teatrali, musicali, balletti, proiezioni di cortometraggi, esposizioni di sculture e disegni, che i ragazzi hanno preparato per coinvolgere genitori, amici e chiunque sentisse il desiderio di vivere e condividere questa gradevole giornata insieme a loro.

Ci sarà qualche fortunato che avrà i biglietti vincenti della lotteria, che verranno estratti intorno alle 17. I premi in palio sono molti e disparati: smartphone e tablet ai primi posti, trattamenti estetici, orologi, profumi, massaggi, macchina fotografica e, per i più golosi, anche buoni per un chilogrammo di gelato e molto altro. Parte di queste vincite, sono state messe in palio dai commercianti luinesi, che hanno dimostrato una lodevole sensibilità nei confronti di ciò che è accaduto alla scuola e, questo contributo, va oltre al valore commerciale: è un forte segnale di appartenenza alla comunità, che si sente viva e si sostiene in situazioni del genere.

La raccolta fondi destinata al riacquisto del materiale tecnologico rubato. I fondi raccolti con la splendida giornata organizzata a marzo, sono serviti per riacquistare alcuni videoproiettori e delle casse: così, tre LIM sono state rimesse in funzione durante lo svolgimento delle normali attività scolastiche. Un passo avanti è stato fatto: i ragazzi hanno cominciato a vedere i frutti del proprio lavoro e, sulle ali di questo entusiasmo, si preparano a volare verso un futuro fatto di speranza, di collaborazione e, perché no, di divertimento. Il tutto partendo da sabato 21 maggio.

“Con il motto ‘Giù le mani dalla nostra scuola!’ la popolazione si è schierata con noi utilizzando l’arma più pericolosa ed efficace: la collaborazione – spiegano alcuni referenti del ‘Gruppo Genitori Scuole Medie” di Luino -. Alunni, insegnanti, genitori e commercianti si sono uniti e, da mesi, lavorano per ottenere i fondi necessari per sostituire il materiale danneggiato. Durante le fasi organizzative di questo progetto, oltre alla passione e all’entusiasmo volti alla sua realizzazione, non sono mancati momenti di tensione, discussione e confronto, che sono serviti, però, a creare conclusioni costruttive, utilizzando buon senso e trovando soluzioni che mettessero tutti d’accordo. Quindi nessun individuo, ma il gruppo è stato il vero protagonista e motore dell’operazione di recupero fondi e, così, una prima parte del materiale è già stato acquistato ed è attualmente in funzione. Il resto è stato ordinato. La soddisfazione, per questa cooperazione tra comunità e scuola, è data dal fatto di aver ottenuto buona parte delle risorse per riacquistare ciò che è stato danneggiato e aver individuato la strada giusta per la risoluzione dei problemi sorti, senza arroganza, prevaricazione o desiderio di protagonismo, ascoltando le ragioni dell’altro e proponendo le proprie, certi di aver di fronte persone capaci di discutere. Così è stato e, così, si spera possa essere in futuro. Una collaborazione costruttiva tra scuola, famiglia ed istituzioni, deve avere un’unica missione: l’educazione alla convivenza civile dei nostri ragazzi”.

Per approfondire:

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127