30 Gennaio 2016

Reddito di cittadinanza: da due anni il testo è in Parlamento. Quale la situazione?

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Arriva un nuovo piano per la povertà del governo. Il provvedimento in esame in commissione Lavoro a Palazzo Madama. C’è anche salario minimo. Ma, che fine ha fatto nel frattempo la proposta di legge cavallo di battaglia del Movimento cinque stelle sul reddito di cittadinanza e per l’introduzione del salario minimo orario?

(alegriphotos.com)

(alegriphotos.com)

Reddito di cittadinanza: da due anni il testo è in Parlamento. Quale la situazione? Il testo, primo punto del programma elettorale del Movimento, depositato il 29 ottobre 2013 e sottoscritto da tutto il gruppo cinquestelle di Palazzo Madama è stato assegnato alla commissione Lavoro del Senato il 23 giugno 2015. E il 7 gennaio 2015 è iniziato il suo percorso ed è stato deciso il relatore: la senatrice Annamaria Parente del Pd.

E’ stato poi formato un comitato ristretto. Si tratta di una procedura per tentare di arrivare a un’intesa per far procedere il provvedimento. L’ultima riunione del comitato ristretto si è tenuta il 28 gennaio scorso.

La commissione ha acquisito una serie di documenti e dati in materia. Ecco quella dell’Istat. Il testo istituisce il reddito di cittadinanza finalizzato a contrastare la povertà, la disuguaglianza e l’esclusione sociale, a garantire il diritto al lavoro, la libera scelta del lavoro, nonché a favorire il diritto all’informazione, all’istruzione, alla formazione, alla cultura attraverso politiche finalizzate al sostegno economico e all’inserimento sociale di tutti i soggetti in pericolo di emarginazione nella società e nel mondo del lavoro.

Il punto sul provvedimento viene tenuto direttamente sul blog di Beppe Grillo. (leggi). Anche Sel e la Minoranza Pd sono d’accordo sulla proposta di istituire un reddito minimo di cittadinanza. (ANSA)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127