4 Febbraio 2015

Otto italiani su dieci sono pronti a trasferirsi all’estero per migliorare lavoro e vita privata

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Otto italiani su dieci si trasferirebbero per il lavoro dei propri sogni. E’ quanto emerge da un’indagine della Kelly Services, condotta in trentuno Paesi su 230mila persone, di cui circa quattromila in Italia.

(italiansinfuga.com)

(italiansinfuga.com)

L’80% degli italiani si trasferirebbe all’estero: di questi la metà in Europa. Quasi la metà degli italiani, il 49%, lavorerebbe volentieri in un Paese europeo, ma tra le mete più gettonate c’è anche l’America del Nord. Dallo studio emerge poi che in Italia il 58% degli intervistati sarebbe disposto a sacrificare anche un aumento di stipendio per acquisire nuove competenze. Migliorare l’equilibrio tra il lavoro e la vita privata è un altro elemento importante per i lavoratori. Per raggiungere questo obiettivo la metà degli italiani ‘sacrificherebbe’ parte della propria busta paga.

Il lavoro ideale è nel settore della tecnologia e strumentazione di ultima generazione. La ricerca individua, infine, l’ambiente di lavoro ideale per i dipendenti che vorrebbero operare con nuove tecnologie e strumenti di ultima generazione. “I lavoratori non considerano più lo stipendio l’elemento principale nella scelta di un nuovo lavoro – sottolinea Stefano Giorgetti, amministratore delegato e vice presidente di Kelly Services Italia -. I dati evidenziano, infatti, che un ambiente collaborativo, una maggiore flessibilità, l’accesso a tecnologie all’avanguardia e una cultura dell’innovazione sono elementi-chiave, che influiscono sull’attrazione e sulla capacità di trattenere talenti”. (ADNKRONOS)

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127