3 Giugno 2014

Usa, Brooklyn nel sangue. Follia in ascensore, muore accoltellato un bambino di 6 anni

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Follia in ascensore a New York, dove un uomo ha aggredito con un coltello da macellaio due bambini di 6 e 7 anni, colpendo a morte il più piccolo. E’ accaduto a Brooklyn. L’aggressore si è dato alla fuga mentre la bambina più grande, rimasta ferita, è stata portata in ospedale e dopo un intervento chirurgico è fuori pericolo.

A destra il bambino di 6 anni morto, Joshua Avitto, mentre sulla sinistra l'amichetta ferita (nydailynews.com)

A destra il bambino di 6 anni morto, Prince Joshua Avitto, mentre sulla sinistra l’amichetta ferita (nydailynews.com)

I due bambini stavano uscendo per andare a comprare un gelato quando il folle ha cominciato a brandire un coltello da macellaio e poi a scagliarsi contro di loro. Per il bambino di 6 anni, che avrebbe dovuto festeggiare il compleanno tra pochi giorni, le coltellate si sono rivelate fatali. E’ stato ritrovato morto dalla polizia nell’ascensore. La bambina di 7 anni è stata inseguita dall’omicida ma è riuscita a scappare, ed è crollata di fronte ad un edificio nelle vicinanze. E’ stata portata in ospedale e sottoposta ad intervento chirurgico. Non è in pericolo di vita. Dell’omicida nessuna traccia. Al momento gli agenti hanno ritrovato solo il coltello. I due bambini abitavano nelle Boulevard Houses nella Schenck Avenue. “Stavano andando solo a comprare un gelato. E’ la cosa peggiore che mi sia capitata di vedere in questo quartiere” ha raccontato al New York Post Inez Rodriguez, presidente di un’associazione di inquilini locale. Alcuni testimoni, afferma il “New York Daily News”, hanno visto un afroamericano sui vent’anni fuggire di corsa dal palazzo in cui è avvenuto l’omicidio.

Fine settimana di sangue a New York dove tra sabato e domenica oltre tredici persone sono rimaste ferite in una serie di sparatorie. La maggior parte degli episodi si sono verificati a Brooklyn, in particolare nella periferia orientale, gli altri a Harlem e nel Bronx. Tra le persone ferite a Brooklyn due giovani di 18 e 16 anni che partecipavano ad una marcia in memoria di un amico ucciso nel 2010 da un proiettile destinato ad un’altra persona. Due giorni fa una diciottenne, Tayana Copeland, nella stessa zona di Brooklyn è stato ucciso con 32 coltellate al petto. Gli investigatori non escludono, in questa fase, che possa esservi un legame tra i due fatti.

Non c’erano telecamere di sicurezza per registrare la strage, hanno detto i funzionari. La polizia di New York, però, sta offrendo un 12 mila dollari di ricompensa per informazioni. Il commissario di polizia Bill Bratton ha detto poliziotti supplementari sono ora in pattugliamento sul Boulevard Case sulla Schenck Avenue. “Questo è un crimine particolarmente efferato”, ha detto Bratton. “Ammettiamolo, due bambini in un ascensore senza aver nessun posto dove scappare, senza scampo.” Bratton ha esortato, inoltre, i residenti ad essere molto attenti durante la ricerca dell’assassino. “C’è un massiccio sforzo in corso per individuare il colpevole”, ha aggiunto il sindaco de Blasio. “Il NYPD sta facendo il possibile per trovare subito questo individuo odioso e porre fine a qualsiasi minaccia che potrebbe rappresentare per la gente di New York City.”

(ansa.it)

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127