EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
9 Marzo 2014

Vietnam, terrorismo per il volo scomparso? A bordo quattro sospetti

Tempo medio di lettura: 2 minuti

I quattro passeggeri imbarcati sotto falso nome sul volo MH370 della Malaysia Airlines diretto a Pechino e scomparso sabato stanno dando vita in queste ore all’ipotesi di un atto terroristico. Di questi passeggeri, due erano saliti a bordo con passaporti rubati oltre un anno fa, uno a un italiano, l’altro ad un cittadino austriaco.

Il Boeing 777-200 di Malaysia Airlines

Il Boeing 777-200 di Malaysia Airlines

A dar forza alla tesi di un atto terroristico ci sarebbe anche l’inversione di rotta. L’aereo della Malaysia Airlines potrebbe aver virato prima dell’interruzione dei contatti al confine fra gli spazi aerei di Malaysia e Vietnam. Lo ha reso noto il capo di Stato maggiore vietnamita Zulkifeli Zin, sulla base dei tracciati radar della difesa precisando che la zona delle ricerche di tracce del Boeing 777-200 è stata estesa proprio per tenere conto del brusco e non previsto cambio di direzione dell’aereo diretto a Pechino.

Nel frattempo, proseguono le indagini su tutti i passeggeri del volo, provenienti da 14 diversi paesi, ha spiegato il ministro dei Trasporti Hishammuddin Hussein, dopo la scoperta di due di loro imbarcati con passaporti rubati (tra cui all’italiano Luigi Maraldi) e la mancata conferma delle identità di due cittadini di paesi europei.

A conferma del timore di un attentato terroristico, prendono parte alle indagini, su richieste del governo malese, servizi di intelligence di diversi Paesi. Gli Stati Uniti hanno anche inviato un gruppo di esperti di terrorismo dell’Fbi per esaminare le immagini video dei passeggeri in partenza registrate all’aeroporto di Kuala Lumpur. Partecipano alle operazioni per la ricerca di tracce dell’aereo 22 aerei e 40 unità navali, senza contare le imbarcazioni vietnamite impegnate entro il perimetro delle acque territoriali.

Il caso della scomparsa dell’aereo della Malaysia Airlines. L’aereo, con a bordo 239 persone, ha perso il contatto con la torre di controllo, mentre era in volo dalla capitale malese Kuala Lumpur a Pechino. Tre le navi militari dispiegate dalle autorità vietnamite per le ricerche nell’area a largo dell’isola To Chu, dove sono state avvistate chiazze di petrolio, mentre la Marina americana annuncia la partecipazione con una nave militare, la USS Pinckney, e l’aereo Orion della base di Okinawa, in Giappone.

Secondo le autorità vietnamite, il velivolo, un Boeing 777-200, sarebbe precipitato in mare. “Posso confermare che l’aereo è precipitato, non lo consideriamo più scomparso”, aveva detto il capo delle squadre di soccorso vietnamite, il generale Pham Hoai Giang, a una televisione locale. Ancora “non sono state trovate prove dell’incidente”, sottolineava la compagnia aerea Malaysia Airlines. Anche il premier malese, Najib Razak, ancora non ha voluto confermare che l’aereo sia precipitato.

Vuoi lasciare un commento? | 0

I commenti sono chiusi.

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127