Luino | 9 Giugno 2024

A Salvatore Accardo il Chiara alla Carriera: «Giovani, emozionatevi con la musica»

Al violinista e direttore d'orchestra, classe 1941, la ventiseiesima edizione del prestigioso Premio. La cerimonia al Sociale, dove il musicista ha dialogato con il compositore Nicola Sani

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Pomeriggio di applausi ed emozioni al Teatro Sociale di Luino per la ventiseiesima edizione del Premio Chiara alla Carriera, conferito al violinista e maestro d’orchestra Salvatore Accardo.

Ventisei edizioni del prestigioso premio luinese, ma anche una prima volta assoluta, come sottolineato dalla direttrice Bambi Lazzati: «E’ la prima volta che il premio viene assegnato ad una persona che proviene dal mondo della musica classica».

La musica è da sempre l’arte che riesce ad abbattere tutte le barriere, e Salvatore Accardo «rappresenta la musica in tutte le sue dimensioni – ha affermato Nicola Sani, compositore e direttore artistico dell’Accademia Chigiana di Siena, nell’introduzione del dialogo con il maestro – Ha formato tanti protagonisti della musica del nostro tempo, e incarna il significato della musica nella nostra società».

Dal primo violino, chiesto al padre all’età di tre anni, alla formazione all’Accademia Chigiana di Siena, con i più grandi musicisti del secolo scorso, seguita da una lunga e importante carriera come violinista, direttore d’orchestra ma anche docente. «Ho 82 anni, insegno da quando ne avevo 30, centinaia di giovani musicisti sono passati da me», ha raccontato Accardo al pubblico del Teatro Sociale, soffermandosi quindi sull’aspetto terapeutico della musica; sulla musica come scelta di vita: «Da docente non mi è mai capitato un caso di tossicopdipendenza, perché chi fa musica con passione non ha voglia né tempo di pensare ad altre cose».

Ai giovani il maestro ha rivolto un messaggio: «Bisogna sempre lasciarsi andare quando si ascolta la musica, perché la musica dà emozioni. E questa è una cosa meravigliosa».

Dopo il dialogo con Nicola Sani e con Claudia Donadoni, è arrivato il momento del conferimento del premio. Sul palco gli organizzatori Bambi Lazzati e Romano Oldrini, il vicesindaco di Luino, Antonella Sonnessa, e il primo cittadino Enrico Bianchi, che ha letto la motivazione del premio, assegnato ad Accardo per «l’inestimabile contributo alla diffusione del grande patrimonio musicale, per l’impareggiabile estro creativo, per essere uno dei maggiori esponenti della scuola violinistica italiana del Novecento, per la straordinaria capacità comunicativa e divulgativa del “bello” della grande musica classica e per essere ambasciatore nel mondo dell’eccellenza culturale italiana».

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127