Azzio | 8 Febbraio 2024

«Il Comune di Azzio demolisce la sede degli Alpini», la proposta della minoranza

Il gruppo “Azzio Rinasce", in una nota a firma del capogruppo, il professor Arturo Bodini, propone una sottoscrizione pubblica per una nuova sede

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Con una delibera di Giunta del 27 gennaio scorso l’amministrazione comunale di Azzio ha riconosciuto alcune gravi irregolarità legislative effettuate per edificare una struttura di sua proprietà, poi data in uso al gruppo Alpini locale, e ne ha determinato la demolizione.

Lo riferisce con una nota il gruppo consiliare di minoranza “Azzio Rinasce” che ha proposto di avviare una sottoscrizione per sostenere l’associazione nella predisposizione di una nuova sede.

La decisione è scaturita a seguito delle analisi che la giunta ha condotto su alcuni documenti conservati in archivio re relativi alla costruzione della struttura per verificare le procedure seguite dall’amministrazione comunale: i funzionari del Comune, dopo le opportune verifiche, non hanno rinvenuto nessuno degli atti, sia edilizi che urbanistici, che validano ogni costruzione edilizia che pertanto, per le leggi vigenti, risulta abusiva.

Arturo Bodini, a nome del gruppo “Azzio Rinasce”, rileva che la giunta, presieduta dal sindaco Davide Vincenti, «il 27 gennaio scorso ha dichiarato che la costruzione denominata “Baita degli Alpini”, costruzione iniziata nel periodo 2007/2008 e completata nel 2022, con un “presunto” accatastamento, è stata edificata in totale assenza di ogni titolo autorizzatorio (sia edilizio che urbanistico) e pertanto dovrà essere demolita». Inoltre, la stessa giunta ha ipotizzato un costo di demolizione di circa 20mila euro, lasciando poi alla Corte dei Conti della Regione Lombardia individuare come e a chi imputare il danno erariale che il Comune ha subito.

«Non ci resta che stigmatizzare il ritardo con cui il Comune di Azzio ha preso atto di una pesante irregolarità edilizia, oltretutto eseguita su sua disposizione e su un terreno comunale – commenta la minoranza – Ma la cosa che più spiace è che il gruppo Alpini di Orino-Azzio, benemerito per l’azione di volontariato che da tanto tempo esercita, sia ora senza sede e per anni abbia volontariamente e vanamente lavorato per il completamento di detta “Baita”».

«Da parte nostra – concludono gli esponenti di “Azzio Rinasce” – faremo tutto il possibile per reperire risorse da convogliare poi al nostro Comune per ridare una struttura decorosa che sia di supporto alle attività del gruppo Alpini Orino-Azzio: per questo depositeremo in questi giorni una mozione per il Consiglio Comunale in cui avanzeremo la proposta di una sottoscrizione pubblica per dare un sostegno concreto, mediante gli organi comunali, a questa iniziativa».

© Riproduzione riservata

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127