Varese | 13 Ottobre 2021

Premio Chiara, tutto pronto per la manifestazione finale della 33esima edizione

Nel pomeriggio di domenica 17 andrà in scena, alle Ville Ponti di Varese, l’evento conclusivo della manifestazione letteraria, con premiazioni e interviste ai finalisti

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Ultime battute per l’edizione 2021 del “Premio Chiara”, con la conclusione della manifestazione che si terrà domenica 17 ottobre a Varese, nella Sala Napoleonica delle Ville Ponti, alle ore 17.

Vittorio Colombo intervisterà gli autori della terna finalista, ovvero Antonio Franchini con Il vecchio lottatore (NNEditore), Carlo Lucarelli con L’incredibile prima di colazione (Solferino) e Bianca Pitzorno con Sortilegi (Bompiani). A condurre l’incontro sarà Claudia Donadoni, mentre in diretta, dallo spoglio delle schede dei 150 lettori, italiani e della Svizzera italiana, si scopriranno il vincitore e i premiati della sezione “Premio Chiara Giovani”.

Questi, in ordine alfabetico, sono: Matteo Aquila – 2000, Varese, L’arte alla fine del mondo; Riccardo Bifulco – 2005, Frascati (RM), Il dente di Leone; Veronica Del Vecchio – 1996, Moltrasio (CO), Il Bagonghi; Bianca Frasoldati – 1997, Modena, Not just right is alright; Valentina Ganassin – 1997, Bussolengo (VR), Aria; Eugenio Grassi – 2001, Cairate (VA), La finestra di fronte; Fabrizio Matetich – 1996, Milano, Senza scarpe; Luca Passi – 1997, Varese, Pagina di Diario dell’Inverno Inglese del 2021; Annica Pellizzari – 1998, Magliaso – CH, Le fiamme della libertà.

A Luca Passi andrà invece il “Premio Regio Insubrica”, conferito – per mano del segretario generale Francesco Quattrini – a un racconto di un autore proveniente, giustappunto, dal territorio insubre e giudicato meritevole dalla commissione della Comunità di Lavoro Regio Insubrica.

Il riconoscimento della sezione Segnalati è stato assegnato ad Andrea Fazioli – che a 20 anni ha vinto il “Premio Chiara Giovani” con il racconto Matematica – con Il commissario e la badante (Guanda) con la seguente motivazione: “85 racconti che tratteggiano, attraverso le vicende dell’ex commissario Giorgio Robbiani e della sua badante tunisina Zaynab Ammar, il nuovo mondo della Svizzera multietnica con una fantasia realistica e in punta di penna, che ci fanno cogliere le non certezze dell’oggi”.

Per quanto riguarda il “Premio Chiara Inediti 2021”, riservato ad aspiranti scrittori da 25 anni in su chiamati a presentare una raccolta di racconti inediti di circa 160.000 battute, mai apparsi su quotidiani, riviste e sul web, il vincitore è Andrea D’Amico di Battipaglia (SA), nato nel 1983, con Tranne il nero. La motivazione del conferimento del premio, che consisterà nella pubblicazione della raccolta a cura di Pietro Macchione Editore, è questa: “Per la capacità di rinnovare il genere con stile fresco, tono spigliato e a tratti ironico. I racconti, con personaggi ben delineati, hanno un buon ritmo narrativo”.

Menzione per Lucia Bossi, autrice di Sesto Calende nata nel 1968, con Frammenti di noi, “per l’intensità della scrittura che affronta il difficile tema della perdita con un’interessante ricerca stilistica”.

Per partecipare all’evento è obbligatorio il Green Pass ed è consigliata la prenotazione al seguente link: premiochiara.it/prenota.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127