EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Luino | 17 Settembre 2021

CAI Luino, escursione a passo lento sul “Sentiero del castagno di Curiglia”

L'appuntamento è per oggi pomeriggio con una gita tra i monti della Veddasca. Si parte del piazzale della Chiesa di Curiglia alle ore 16. Ecco tutti i dettagli

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Una breve escursione nel relax della natura è proposta dal CAI Luino per oggi pomeriggio, venerdì 17 settembre. Da Curiglia parte l’itinerario 108, che sale in direzione di Sarona, particolarmente interessante in autunno per la presenza di boschi che garantiscono raccolte abbondanti di castagne.

Il versante sinistro della Val Veddasca si presta a un’infinità di gite in un ambiente ancora in parte intatto. Pertanto all’interesse storico e paesaggistico si abbina l’interesse storico naturalistico e in questa chiave ogni luogo possiede diverse attrattive.

Da Curiglia si sale passando tra le case del paese fino a raggiungere la strada che porterà i partecipanti fino a Sarona. Una serie di cartelli indicano i punti più interessanti del percorso: la selva castanile, il bosco ceduo, i terrazzamenti e i prati arborati. Messe a dimora dall’uomo si attraversano le vecchie selve castanili ,divise in diversi appezzamenti che mettono in evidenza la frammentazione della proprietà, che fu una delle cause del declino dell’economia agricola di queste terre.

Nonostante negli ultimi anni ci sia un particolare interesse ai temi del recupero ambientale, questi estesi boschi sono stati abbandonati. Brevi deviazioni consentono di osservare da vicino i diversi settori di queste aree. Raggiunta, ai margini dell’alpeggio, la fontana si continua in direzione della valle del torrente Riale. Si prosegue, inoltre, fino a incrociare il sentiero che sale da Curiglia. Successivamente si scende sulla mulattiera selciata che mette in comunicazione il paese con gli alpeggi.

Anche qui il paesaggio è dominato dal castagno e vi si leggono ancora i segni delle antiche coltivazioni: muretti a secco segnano qua e là i ripidi versanti. In circa venti minuti di cammino si arriva a Curiglia. Tra le case in via dei Chiossi è interessante la visita all’antica Grà, piccolo edificio a due piani con il focolare sotto, al centro della stanza, e il deposito delle castagne sopra. Il solaio costituito da piccole assicelle distaccate tra loro, permetteva al fumo e al calore di essiccare progressivamente le castagne. All’interno quattro pannelli raccontano le varie fasi di questa lavorazione.

Dettagli e programma. Itinerario auto Luino – Dumenza – Curiglia. Tempo ore 2.15 – dislivello 254m – difficoltà E. Appuntamento a Curiglia piazzale chiesa alle 16. partenza escursione 16.15. Accompagnatori – Enrico 3280676742 – Gianluigi 3356192247 – Gianni 3387768131 – Terio 3392892405.

Al termine della escursione possibilità di cena presso trattoria “da Marisa” (facoltativa con prenotazione obbligatoria).

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127