Varese | 28 Agosto 2021

Covid, chi ha difficoltà a ottenere il Green Pass può segnalarlo ad ATS Insubria. Ecco come

L’Agenzia di Tutela della Salute ha predisposto un portale dedicato a questi problemi. Già 3402 le richieste giunte, alcune già evase e altre in risoluzione da Regione

Tempo medio di lettura: 2 minuti

La necessità di avere con sé il Green Pass, che certifichi il completamento del ciclo vaccinale, l’avvenuta guarigione dal Covid-19 o l’esito negativo di un tampone effettuato nelle 48 ore precedenti, per accedere ad alcuni  luoghi al chiuso come bar, ristoranti o musei, per viaggiare, per partecipare a eventi o per altre tipologie di servizi, ha portato allo scoperto diverse difficoltà nell’ottenimento della certificazione verde.

Per venire incontro ai cittadini del territorio che hanno riscontrato problemi di mancato rilascio, ATS Insubria ha messo a disposizione, in accordo con Regione Lombardia, un’area apposita del sito web dedicata agli utenti che, in caso non siano riusciti a ottenere il certificato seguendo le indicazioni riportate nella sezione informativa della pagina, possono procedere a inviare una segnalazione relativa alla propria situazione.

Fra il 5 e il 25 agosto, come riferito dalla stessa ATS, sono giunte 3402 richieste: alcune sono già state evase, mentre per la maggior parte di esse si è reso necessario, dopo una prima verifica, l’inoltro al sistema regionale per la completa risoluzione con l’emissione del Green Pass.

Per quanto riguarda quest’ultimo caso, si tratta di 2356 segnalazioni legate a diverse tipologie di problematiche, fra cui risultano prevalenti quelle di soggetti già vaccinati con doppia dose ma non introdotti nell’anagrafe vaccinale o di coloro che hanno contratto il Covid-19 e, dopo il tempo previsto, hanno ricevuto la singola dose di vaccino come stabilito da una circolare del Ministero della Salute dello scorso luglio. In tal caso, infatti, ATS Insubria ha unicamente un ruolo di verificatore della richiesta presentata dall’utente: può dunque validare la posizione del soggetto come legittima a ottenere un Green Pass, ma non può generarlo direttamente. In questo caso, dunque, la pratica viene trasmessa al sistema di gestione di Aria/Poste che procederà poi a sbloccare la situazione e a generare il documento. Al momento sono già state evase 706 segnalazioni, mentre in lavorazione ne restano 1650.

Sono invece due le situazioni sulle quali ATS Insubria può intervenire direttamente per generare l’authcode che consente ai cittadini di scaricare il proprio Green Pass.

Il primo caso è quello che riguarda il completamento del ciclo vaccinale eseguito all’estero, una problematica che riguarda prevalentemente studenti o lavoratori. Sono interessati da questo, in maniera particolare, diversi frontalieri impiegati in Svizzera e che hanno ricevuto oltreconfine la somministrazione del siero anti-Covid ricevendo una certificazione che però non viene riconosciuta in Italia. A tutte queste persone che hanno già reso nota ad ATS la propria difficoltà (816 in totale), previa verifica dei criteri ministeriali (tipo di vaccino ricevuto, quante dosi, quali lotti, data di somministrazione, ecc.), è stato già emessa la certificazione verde entro le 48 ore e al momento non risultano richieste pendenti.

La seconda circostanza, per la quale, anche in questo caso, non vi sono situazioni pendenti, è quella legata ai Green Pass di guarigione dal Covid-19, quelli di cosiddetta “immunità naturale”. Sono 230 le segnalazioni pervenute per tale problematica, risolta tramite la verifica dell’attestazione di guarigione dopo un pregresso tampone con esito positivo.

Nel caso di persone che si sono sottoposte alla sperimentazione con il siero italiano Reithera è stata prevista un’apposita certificazione rilasciata dai medici vaccinatori, mentre al momento non è possibile rilasciare la certificazione verde a chi ha ricevuto vaccini non riconosciuti da EMA e AIFA (come, ad esempio, Sputnik): la questione è stata già sottoposta a livello ministeriale e si attendono risposte in merito.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127