EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Laveno Mombello | 14 Agosto 2021

Caso chiusura asilo nido di Laveno, dure critiche all’amministrazione dal “Centrosinistra”

La minoranza attacca la maggioranza: "Energie rivolte altrove, si trascura il sostegno al sociale e alle famiglie. O forse è incapacità amministrativa?"

Tempo medio di lettura: < 1 minuto

Apprendiamo con costernazione che il primo settembre l’asilo nido rimarrà chiuso e che la sua data di riapertura è incerta, come è stato comunicato solamente ieri alle famiglie”. Inizia così un comunicato stampa del gruppo di minoranza “Centrosinistra” di Laveno Mombello, relativo alla situazione del plesso scolastico di via Fermi.

Eppure il sindaco nel Consiglio Comunale del 30 giugno – continuano -, poco più di un mese fa, alla domanda relativa allo stanziamento di 25.000 euro dedicati alla sistemazione di un edificio non comunale per adibirlo ad asilo nido, aveva detto che si stava procedendo nella direzione di sfruttare dei locali privati inutilizzati, per evitare di investire ancora nella vecchia struttura comunale in attesa del risultato del bando MIUR per la realizzazione di una nuova struttura, garantendo comunque il servizio”.

“Allora come è possibile che il servizio non riparta, con il conseguente disagio delle famiglie, che si vedono recapitata una lettera solo 15 giorni prima della prevista riapertura? Negli anni passati il servizio è sempre stato garantito superando le difficoltà economiche e logistiche, trovando sempre una soluzione. Ed ora?”, incalzano ancora dalla minoranza.

“Evidentemente la presente amministrazione non ha come priorità il mantenimento di un servizio alla persona così importante – proseguono i rappresentanti del ‘Centrosinistra -, che ha sempre permesso di affiancare le famiglie ed i bambini in un periodo importante della loro crescita, intervenendo anche a supporto di situazioni problematiche.

“Evidentemente le energie dei nuovi amministratori sono rivolte ad altro, peraltro con discutibili risultati, trascurando il sostegno al sociale, alle famiglie e il supporto alla genitorialità. O forse si tratta ‘solo’ di incapacità amministrativa? Allora, in primo luogo l’assessore alla materia Elisabetta Belfanti, che non è stata in grado di garantire la continuità di un importante servizio, dovrebbe trarne le conseguenze”, concludono dal Gruppo Centrosinistra.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127