Laveno Mombello | 20 Luglio 2021

Laveno, come sta andando il turismo? “Basta guardare le nostre rotonde”

Il post polemico di una cittadina, apparso recentemente sul gruppo Facebook del paese: incuria del verde e carenze estetiche: Un pugno nello stomaco"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Come sta andando il turismo a Laveno? Basta guardare le rotonde del paese per capirlo. Ad affermalo è una cittadina, che ispirata da un argomento recentemente oggetto di dibattito sul gruppo Facebook del paese, ha a sua volta condiviso con gli utenti una riflessione sull’aspetto della città, in rapporto all’immagine di accoglienza offerta ai visitatori. Riflessione che sulla medesima pagina online ha raccolto un gran numero di interazioni.

Che cosa c’entrano dunque le rotonde? Sono il biglietto di visita del paese lacustre, spiega la donna come premessa all’inizio del suo post; si trovano in vari punti strategici e – stando alle sue valutazioni – sono tutte malmesse.

“La nuova rotonda davanti alla stazione è un pugno nello stomaco – scrive la donna in riferimento alla mancanza di elementi decorativi all’interno della rotatoria -. Non ci vogliono molti quattrini per creare due o tre getti di acqua al centro, è un’idea semplice”. E poi ancora: “La rotondina che dà il benvenuto all’ingresso del paese, dove si sale da Fogola, è inguardabile, così come tutto quello che sta intorno”. E per finire, “anche la rotonda in centro, all’inizio di via Labiena, non è certo uno spettacolo”.

Il tema delle rotatorie è però soltanto il primo di quelli affrontati successivamente all’interno del lungo post pubblicato sul social network. Qualche riga più sotto l’attenzione della donna si sposta sugli alberi presenti sul lungolago: “Hanno raggiunto un’altezza tale che con questi temporali possono anche diventare pericolosi, ma evidentemente è prevista una potatura ogni morte di Papa. Anche le buche nell’asfalto non scarseggiano”, aggiunge.

Per trovare qualcosa che vada bene, seguendo la linea dettata dal severo resoconto, bisogna percorrere la strada provinciale 69 fino ad arrivare alle porte di Luino, dove però proprio la cura del verde e la manutenzione degli spazi pubblici sono – all’insaputa dell’autrice del post – temi ancor più divisivi, sia tra i residenti che tra le varie forze politiche che compongono il Consiglio comunale. E il motivo delle divergenze riguarda soprattutto la qualità della manutenzione, l’attenzione ai luoghi strategici e più in vista, così come alle periferie, anche se, in questo ultimo caso, non per ragioni strettamente connesse al turismo.

“L’unico paese sulla costa lombarda che attualmente ha un aspetto decisamente bello e curato è Luino – sottolinea ad ogni modo la cittadina -. Trovo che assomigli ai paesi svizzeri che sono sempre molto curati anche in zone non turistiche. L’erba è sempre ben tagliata, le aiuole e le rotonde sono un tripudio di fiori e di piante molto belle, ci sono anche fontane e molto altro. Un tesoro come Laveno, credetemi – aggiunge poco dopo, prima di concludere – merita più rispetto e più cura“.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127