EMERGENZA CORONAVIRUS (ATTIVITÀ APERTE E CONSEGNE A DOMICILIO ) Segnalaci la tua attività Guarda tutte le attività
Cugliate Fabiasco | 8 Luglio 2021

Cugliate, ritardi sui lavori all’incrocio semaforico: “E’ la nostra Salerno – Reggio Calabria”

La critica arriva dal candidato sindaco Gasparini: "In via Torino aspettiamo da un anno il marciapiede". Filippini: "Spetta alla Provincia, il traffico non è cambiato"

Tempo medio di lettura: 2 minuti

Una “Salerno – Reggio Calabria” in versione cugliatese. Per non lasciare dubbi circa lo status di “eterna incompiuta”, il candidato sindaco di “Cugliate Fabiasco Alternativo”, Marco Gasparini, ha scelto questa immagine nell’introdurre ai cittadini il problema dell’incrocio semaforico situato tra via Torino e via Taverna.

“I lavori iniziati diciotto mesi fa dovevano esaurirsi nell’arco di poche settimane – afferma Gasparini – invece stanno proseguendo ancora oggi. Si tratta dello snodo principale della nostra viabilità. Il paese non merita tale trattamento. Questo incrocio rappresenta il nostro biglietto da visita”.

Il problema in sostanza riguarda la realizzazione di un ultimo tratto di marciapiede, fondamentale per la sicurezza dei pedoni in una zona che è interessata dagli spostamenti verso il centro del borgo e verso la strada statale 233 che mette in collegamento la Valganna e la Valceresio, attraversando la Valmarchirolo e dunque anche Cugliate.

Risposte in merito alle circostanze attuali e tempi certi sul completamento dei lavori sono le richieste che il candidato sindaco rivolge all’amministrazione comunale. “Lo scarica barile nei confronti di società private quali Enel e Telecom (coinvolte nei lavori, ndr) non regge più”, precisa in conclusione Gasparini.

E dal municipio è proprio il sindaco Angelo Filippini a rispondere punto su punto. “Attualmente siamo in attesa dell’intervento da parte della Provincia per quanto riguarda il marciapiede – spiega il primo cittadino -, così come da accordi presi in principio con l’ente. Noi come Comune ci siamo occupati dei sotto servizi, con la costruzione dei muretti e la messa a punto di altre componenti. Non possiamo fare altro che attendere, nella certezza tuttavia che l’opera, per quanto incompleta, non ha finora causato disagi al traffico. Il ritardo c’è, è evidente, ma lo si percepisce soprattutto a livello estetico. Non è un ritardo che ostacola i mezzi in transito o altera le condizioni della carreggiata”.

Rispetto all’incrocio semaforico, peraltro, il Comune ha affidato l’incarico per gli interventi del secondo lotto, del valore di circa 135 mila euro, che hanno come obiettivo la messa in sicurezza del tratto di marciapiede situato di fronte a quello che è in fase di completamento. A fine lavori verrà inoltre posizionata una pensilina per la fermata del bus, e dal palazzo comunale partirà una ricerca di volontari per istituire il servizio di pedibus, più volte richiesto dall’utenza nel recente passato, ma mai istituito per l’assenza di persone disposte ad occuparsi degli spostamenti dei bambini da casa a scuola.

“Ci tengo poi a precisare che il tema dell’incrocio semaforico non figurava tra le nostre linee programmatiche – sottolinea in conclusione Filippini – ma si è presentato sotto forma di criticità durante il mandato e così ci siamo attivati. Nel mentre abbiamo riqualificato una rotonda che serviva da quindici anni. Abbiamo provveduto alla ristrutturazione del municipio, alla realizzazione di importanti lavori su strada, anche in questo caso attesi da anni. Far passare questo ritardo come uno scandalo è dal mio punto di vista una esagerazione”.

Vuoi lasciare un commento? | 0

Lascia un commento

"Luinonotizie.it è una testata giornalistica iscritta al Registro Stampa del tribunale di Varese al n. 5/2017 in data 29/6/2017"
P.IVA: 03433740127